Milano, slitta l'apertura della M4: ma sono pronte le talpe Tbm per scavare la tratta ovest

Allo studio la fattibilità per prolungare la M4 a Corsico e Buccinasco fino alla Tangenziale

L'open day

Proseguono senza sosta i lavori per la nuova linea metropolitana di Milano, la M4: anche se adesso si sta rivedendo il cronoprogramma. L'idea è quella di chiudere l'intera linea nel 2023 - un ritardo di una decina di mesi - ma di cominciare ad aprire alcune tratte importanti, come la Linate - Forlanini, in anticipo.

Per il momento è tutto pronto per la partenza delle due talpe che dal manufatto Ronchetto (Mi), precisamente dalla porzione di cantiere fra via Martinelli e via Lodovico il Moro, raggiungeranno il cantiere di via Solari della M4. Per l'occasione la società ha previsto l’apertura del cantiere. Sabato e domenica, cittadini e residenti hanno potuto vedere le talpe dal vivo e fare visite guidate del cantiere.

Le Tbm partiranno entro giugno saranno manovrate da 160 uomini, 80 per talpa, e impiegheranno circa 12 mesi per completare lo scavo (avanzano di circa 15-20 metri al giorno), mentre all’inizio del 2019 da Tricolore entreranno in azioni le altre due talpe di dimensione maggiore che effettueranno gli scavi della tratta centrale.

“E' un momento importante perché da qui parte lo scavo della tratta ovest della M4 che ha superato il 27-28% di quantità di lavoro effettuato. Con lo scavo gli diamo un’altra “botta” importante per arrivare all’obiettivo. Le stazioni sono pronte a ricevere le due Tbm. Noi consideriamo, in questo modo, di mantenere i tempi e di lavorare per avere per il 2022-2023 tutta la linea M4 aperta”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e all’Ambiente, Marco Granelli presente all’Open Day.

Confermato anche il progetto di fare dell’area intorno al deposito di Ronchetto un hub di interscambio nodale con un ampio parcheggio per le auto private e una stazione per i pulman urbani e extraurbani. L'hub sarà collegato al capolinea di San Cristoforo, distante circa 400 metri, con una passarella pedonale che attraverserà i binari ferroviari e il Naviglio. “Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore ai Trasporti del Comune – è di fare in modo che quando apre la metropolitana ci sia il parcheggio pronto, per evitare che questi quartieri subiscano l’invasione delle auto da fuori”.

Granelli ha poi confermato che, per il momento, non è prevista una fermata in prossimità del deposito di Ronchetto: “Il capolinea per ora è San Cristoforo, ma poi noi stiamo lavorando”. Prosegue invece l’iter dello studio di fattibilità per prolungare la linea M4 a Corsico e Buccinasco fino alla Tangenziale ovest: “valuteremo le diverse soluzioni che ci saranno presentate con lo studio di fattibilità”, ha concluso Granelli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento