Domenica, 17 Ottobre 2021
mobilità

Mobilità dolce, Granelli: "Modifiche al codice per decreto sono un segnale al Parlamento"

L'assessore alla mobilità ha illustrato le politiche sulla mobilità dolce soffermandosi sulle modifiche attese da anni e ora, dopo il lockdown, arrivate per decreto

“Grazie al lavoro fatto in sinergia tra le città e il governo siamo riusciti a modificare parte del codice della strada sul tema della ciclabilità. È vero che lo abbiamo fatto tramite decreto però questo vuole essere anche segnale al Parlamento che alcune riforme devono essere fatte. Le modifiche erano da tre anni ferme alla Camera”. Così Marco Granelli, assessore alla mobilità del Comune di Milano, parlando della ciclabilità e della mobilità sostenibile, durante una diretta Facebook organizzata dal Partito Democratico milanese.

Modifiche per decreto al codice strada: "Significa che è possibile"

Il riferimento è alla corsia ciclabile e alla "casa avanzata", ovvero quella zona in prossimità del semaforo che viene riservata alle biciclette, davanti alle automobili ferme, in attesa del verde: frutto di modifiche al codice della strada decise direttamente dal Governo tramite decreto, per favorire la mobilità dolce in periodo post-lockdown da covid. E poi quelle più recenti: il doppio senso ciclabile nelle strade a senso unico, la zona scolastica "car free", che - ha spiegato l'assessore - "si possono fare anche nel breve periodo tramite delle risorse che arriveranno da un decreto che deve andare in pubblicazione".

Parlando poi di Città Metropolitana, Granelli ha illustrato le connessioni ciclabili con Segrate, San Donato Milanese, Settimo Milanese e Rozzano. "La regia di Palazzo Isimbardi è fondamentale", ha spiegato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità dolce, Granelli: "Modifiche al codice per decreto sono un segnale al Parlamento"

MilanoToday è in caricamento