Martedì, 15 Giugno 2021
mobilità Duomo / Piazza del Duomo

Scooter sharing, tutto rinviato (a giugno 2015?)

Il servizio doveva partire a marzo o comunque entro Expo. Ecco cosa ha detto Palazzo Marino a MilanoToday

Alcuni scooter in condivisione (San Francisco)

"Mistero" sullo scooter sharing, il servizio di scooter in condivisione che sarebbe dovuto partire a fine marzo o comunque in tempo per l'inizio di Expo 2015, per il quale erano state anche diffuse diverse anticipazioni. Di fatto, il servizio non è partito e si presume che giugno sarà il mese "giusto", anche se non si può ancora azzardare una data esatta. 

Sul fronte dei gestori, diverse società si erano "candidate": la spagnola Motit, già attiva a Barcellona con un servizio del tutto analogo, ma anche la Piaggio in collaborazione con Enjoy. Il comune di Milano ha confermato a MilanoToday queste manifestazioni d'interesse, aggiungendo tuttavia che, per il momento, non c'è ancora niente di ufficiale.

Alcune variabili, poi, vanno approfondite. Ad esempio il modello di copertura assicurativa necessaria. Così come la (scarsa) igiene nell'utilizzo di un casco comune. E ancora, una precisa definizione delle aree di parcheggio, per evitare la sosta selvaggia sui maciapiedi.

Eppure erano state fornite diverse anticipazioni. Si sapeva, per esempio, che l'area operativa sarebbe stata leggermente più vasta di quella del car sharing. E che le tariffe non sarebbero state sensibilmente più basse delle auto in condivisione, anche se alla fine ci sarebbe e ci sarà comunque un risparmio per l'utente, per via dei tempi di percorrenza più brevi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scooter sharing, tutto rinviato (a giugno 2015?)

MilanoToday è in caricamento