rotate-mobile
Green

Polveri sottili, prima emergenza stagionale, Legambiente: "Non accendete quelle caldaie"

Nell’ultima settimana Milano ha registrato cinque giorni su sei di superamento della soglia di concentrazione di PM10

"Non accendete quelle caldaie, risparmiateci lo smog". Questo l'appello lanciato da Legambiente Lombardia in occasione del primo giorno di accensione dei riscaldamenti domestici nei condomini di Milano, dove nell'ultima settimana per cinque giorni su sei è stato superata la soglia delle polveri sottili.

"I dati delle centraline Arpa sono molto chiari: stiamo entrando in emergenza smog", continua l'associazione ambientalista, segnalando come l'alta pressione e la mancanza di venti siano stati fattori meteoreologici determinanti nel creare "la prima  emergenza della stagione autunno-inverno". Nel corso dell'ultima settimana di ottobre, nel capoluogo lombardo è stato superato il limite di concentrazione di PM10, nonostante i riscaldamenti fossero ancora spenti.

A contribuire all'aumento delle polveri sottili il traffico e i diesel. Ma per Legambiente i cittadini sono ancora in tempo a salvare la situazione. "L'autunno ci regalerà ancora giornate tiepide: se non avete acceso la caldaia, continuate a tenerla spenta", chiede la Presidente dell'associazione lombarda, Barbara Meggetto ai milanesi, sottolineando il duplice vantaggio nel rimandare l'accensione dei riscaldamenti: risparmiare sulla bolletta e migliorare la qualità dell'aria.

"Nei momenti peggiori dell'inverno le emissioni da riscaldamento possono pesare anche per oltre il 50% del totale", annota Legambiente, evidenziando anche come il metano prodotto dagli impianti di riscaldamento vada a mescolarsi con l'ammoniaca proveniente dagli allevamenti, creando così polveri secondarie. "Lo smog si combatte a partire dall'impegno di ciascuno a muoversi in modo intelligente, con mezzi pubblici e bicicletta, ma anche usando bene i propri risparmi", conclude Meggetto.

Nei giorni scorsi anche il sindaco di Milano, Beppe Sala aveva chiesto ai cittadini del capoluogo lombardo di aspettare ad accendere le caldaie, annunciando che il riscaldamento di scuole e uffici pubblici sarebbe rimasto spento fino a quando la temperatura fosse stata mite.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polveri sottili, prima emergenza stagionale, Legambiente: "Non accendete quelle caldaie"

MilanoToday è in caricamento