Assegno di cura per anziani: chi ne ha diritto

A chi spetta e come fare domanda

L'assegno di cura è un contributo economico che spetta agli anziani e a tutte le persone con disabilità gravissime fisiche, psichiche o sensoriali (minorenni, adulte e anziane) per avere un'assistenza in casa e rimanere così nel proprio ambiente familiare. Il bonus, definito "Misura B2", è riservato alle persone in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza e si concretizza in interventi di sostegno per garantire la piena permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel proprio contesto di vita.

Le case di riposo a Milano

Chi può richiederlo

L'assegno di cura può essere richiesto da tutti quei cittadini, di tutte le età residenti a Milano, con disabilità gravissima come definita dal D.M. 26 settembre 2016, con deficit funzionali gravi e che dipendono in tutto o in parte dagli altri per le loro funzioni vitali, primarie e di vita di relazione.

Come richiedere l'assegno di cura per anziani

Il bonus mensile e il voucher vengono erogati attraverso gli Ambiti Territoriali, previa valutazione e predisposizione del "Progetto individuale di Assistenza".  Per alcune tipologie di bisogni, di carattere sociosanitario, la valutazione viene effettuata dagli Ambiti territoriali in raccordo con l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale competente (ASST). Il bonus sociale non costituisce un intervento di sostegno al reddito in sostituzione di altri interventi mirati o sostitutivi di prestazioni di natura diversa garantite nell’area sociale.

Come accedere al bonus

Per accedere a buoni della Misura B2 occorre rivolgersi al Servizio sociale del proprio Comune di residenza per inoltrare richiesta. Le richieste verranno indirizzate ad una equipe integrata con personale dei Comuni e anche della ASST che, previa valutazione della persona, predispone il "Progetto Individuale di Assistenza"  che contiene la descrizione degli interventi, i buoni previsti dalla misura B2 e il valore ISEE considerato ai fini dell’erogazione della stessa.

Con dgr n.2720 del 23 dicembre 2019 è stato approvato il "Piano Regionale per la Non Autosufficienza per il triennio 2019-2021 ed il Programma Operativo regionale annualità 2019 - Esercizio 2020.

Con dgr n.2862 del 18 febbraio 2020 è stato approvato il "Programma Operativo Regionale a favore delle persone con disabilità gravissima, in condizione di non autosufficienza e grave disabilità di cui al Fondo per le non autosufficienze - triennio 2019-2021 - annualità (Dgr n.2720/2019): integrazioni e ulteriori specificazioni".

Con dgr n.3055 del 15 aprile 2020, la Giunta regionale  con riferimento all'attuale emergenza sanitaria, fornisce ulteriori specificazioni relative alla d.g.r. n.2862/2020 relativamente alla semplificazione delle modalità di accesso alla Misura B2 previste nel Piano operativo regionale per la non autosufficienza e per garantire continuità nell'erogazione della misura anche durante il periodo di emergenza da COVID-19.

Per accedere si consiglia di visitare a sezione dedicata di Regione Lombardia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento