rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Documenti

C'erano una volta le Scuole Civiche

Continua l'opera di smantellamento delle scuole comunali, fiore all'occhiello della città.

Se c'è una cosa per cui la giunta Moratti verrà ricordata tra qualche anno, sarà per aver deciso di demolire l'istruzione garantita dal comune.

La vicenda del Liceo serale "Gandhi" fa storia: l'ultima sentenza del Consiglio di Stato (che risale a gennaio) ha dato ragione al comune, andando contro le decisioni opposte del TAR. E così il comune ha vinto contro se stesso e contro i cittadini, in particolare ha trionfato contro tutti quei ragazzi che nei corsi serali trovavano non solo una grande opportunità, ma anche un ottimo servizio. E poi si parla tanto di dispersione scolastica, di giovani bamboccioni, ma, chissà perchè non di diritti negati ai giovani...
Tra i corsi serali vi era quello di liceo classico, l'unico di questo tipo serale in Italia. Dunque il Liceo Gandhi è (uso il presente perchè spero ancora in qualche colpo di scena) un fiore all'occhiello del comune: un ottimo servizio alla cittadinanza con costi contenuti (258 euro annuali). Ma si sa, di questi tempi tagliare l'istruzione è un hobby abbastanza diffuso.

Poi viene il caso ancora più grave del PACLE Manzoni, una scuola di istruzione superiore, diurna, unica nel suo genere a Milano, apprezzata da tutti, destra e sinistra, giovani e meno giovani, professori universitari e datori di lavoro. Mi è giunta notizia che l'altro ieri, sabato, si è tenuta un'assemblea d'istituto, in cui si chiedevano delucidazioni al comune, in merito al destino della scuola: ebbene non vi è nulla di chiaro, ma si sa che non vengono accettate nuove iscrizioni per il prossimo anno. Significa che chi si è iscritto lo scorso settembre, con buone probabilità, ha preso l'ultimo treno disponibile. Significa che piano piano la scuola verrà smantellata. Cosa che può darsi accadrà anche all'altro Manzoni, il Linguistico.

Spero vivamente di essere smentito, magari con qualche comunicato finalmente chiaro.
Altrimenti i risultati saranno limpidi: tanti ragazzi privati di un diritto, tanti cittadini privati di un ottimo servizio, tanti insegnanti dall'incerto futuro (come al solito i migliori pagano), una città più povera (e ignorante).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'erano una volta le Scuole Civiche

MilanoToday è in caricamento