rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Documenti

Trasporto salme e ceneri fuori dal Comune di Milano

Le informazioni e i documenti per il trasporto dei defunti

Trasporto della salma (prima dell’accertamento di morte) in altro Comune nell’ambito del territorio della Regione Lombardia

E’ possibile trasportare la salma del defunto deceduto a Milano in un altro Comune della Regione Lombardia, prima del rilascio dell’”accertamento di morte”, cioè subito dopo il decesso, previa compilazione e sottoscrizione di un modulo regionale da parte di:
 
• medico della struttura sanitaria ove è avvenuto il decesso, riportante la dicitura che “la salma può essere trasportata senza pregiudizio per la salute pubblica”;
• impresa che effettuerà il servizio di trasporto;
• responsabile della struttura dove avrà luogo il periodo di osservazione (cioè, ad es., il cittadino che ha in disponibilità l’abitazione dove la salma verrà trasportata).
 
Non occorre, quindi, un’autorizzazione del Comune di Milano, ma del trasporto deve essere data preventiva comunicazione all’Ufficio Sezione Morti di Stato Civile del Comune di decesso (via Larga, 12 - 1° piano - stanza 130; orari: dal lunedì al venerdì 8:30-15:30, il sabato e i festivi 8:30-12:00, ingresso da via Rastrelli, 7 – fax n. 02.884.60166) del Comune e dell’ASL ove è destinata la salma. 
 
Il Permesso di Seppellimento, l’autorizzazione alla cremazione e un eventuale trasporto dopo il funerale in altro Comune, sono sempre di competenza del Comune di decesso. Occorrerà, quindi, per tali ulteriori operazioni, rivolgersi all’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni (via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli) - tel. 02.884.62160/62167/62168.
 
 
 
Trasporto del defunto in altro Comune italiano, dopo l’accertamento di morte
Dopo il rilascio dell’”accertamento di morte”, la persona defunta può essere trasportata, per il suo seppellimento, presso un altro Comune della Regione Lombardia o di altra Regione. Il trasporto  richiede la presentazione di una domanda e il rilascio di un’autorizzazione da parte del Comune di Milano.
La domanda va presentata dopo aver reso la denuncia di morte, in marca da bollo di € 14,62, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre.
Occorrono: nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, copia di documento d’identità del delegante.
Nel caso in cui lo scopo del trasporto della salma in un altro Comune italiano è la sua cremazione, devono essere richieste l’autorizzazione alla cremazione stessa e l’autorizzazione al trasporto.
Per ottenere l’autorizzazione alla cremazione è necessario:
• se la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata, presentare disposizione testamentaria (cioè testamento olografo, da pubblicare e depositare, testamento pubblico o testamento segreto);
• se il deceduto era iscritto ad un’Associazione di Cremazione, presentare l’iscrizione/tesserino di appartenenza;
• in alternativa, manifestare, da parte del coniuge o, in mancanza, dei parenti più prossimi, la propria volontà che il defunto sia cremato;
• se la persona è deceduta in struttura sanitaria, presentare un certificato necroscopico della stessa Direzione Sanitaria, che attesti l’esclusione del sospetto di morte dovuta a reato e l’esistenza di uno stimolatore cardiaco;
• se la persona è deceduta in abitazione, presentare un certificato del medico necroscopo, che attesti l’esclusione del sospetto di morte dovuta a reato e l’esistenza di uno stimolatore cardiaco,
• nel caso di iscrizione ad Associazione di Cremazione e di disposizione testamentaria, dichiarare, da parte del famigliare, la non esistenza di stimolatore cardiaco;
• nell’eventualità sia stata interessata l’Autorità Giudiziaria, presentare il nulla osta di quest’ultima.
La manifestazione di volontà del coniuge o dei parenti, di cui al punto 3., è resa davanti all’Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale, previa identificazione dei dichiaranti tramite idoneo documento d’identità.
 
Per ottenere l’autorizzazione al trasporto della salma è necessaria la documentazione indicata al punto 1.
 
Le autorizzazioni al trasporto e alla cremazione vengono rilasciate dall’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da Via Rastrelli) - tel. 02.884.62160/62167/62168. 
 
 
Trasporto delle ceneri in altro Comune italiano, dopo il funerale e la cremazione
Dopo il funerale e la cremazione della salma del defunto a Milano, le sue ceneri possono essere trasportate in un altro Comune, sia per la tumulazione in Cimitero extracittadino o perché affidate al coniuge o al parente più prossimo residente fuori Milano, oppure per la loro dispersione. Le ceneri si possono trasportare anche con la propria autovettura.
 
Nel caso di tumulazione in altro Comune italiano
Il trasporto richiede la presentazione di una domanda e il rilascio di un’autorizzazione. La domanda va presentata al momento della richiesta di fissazione del funerale, in marca da bollo di € 14,62, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre.  
Occorrono: nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, copia di documento d’identità del delegante.
La richiesta di autorizzazione al trasporto va presentata presso l’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli). tel. 02.884.62160/62167/62168. L’autorizzazione viene rilasciata dal Polo Crematorio di Lambrate, al momento della consegna delle ceneri.
 
Nel caso di affidamento delle ceneri in abitazione fuori dal Comune 
Occorre ottenere l’autorizzazione all’affidamento e al trasporto, presentando: 
1. richiesta redatta su modulo regionale, in triplice copia; 
2. in caso di concorso tra più parenti di pari grado, la dichiarazione di assenso della maggioranza assoluta dei parenti stessi; 
3. copia di documento d’identità del richiedente e dei parenti che forniscono l’assenso. 
 
La richiesta di autorizzazione all’affidamento e al trasporto va presentata presso l’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle12:00 (ingresso da via Rastrelli) tel. 02.884.62160/62167/62168.
 
Nel caso di dispersione delle ceneri fuori Comune 
Occorre ottenere l’autorizzazione alla dispersione delle ceneri e al trasporto, presentando:
1. richiesta su modulo regionale, in triplice copia, anche i seguenti documenti nel caso non siano già stati presentati al momento della richiesta di cremazione;
2. copia della disposizione testamentaria (cioè testamento olografo, da pubblicare e depositare, testamento pubblico o testamento segreto), in cui è dichiarata la volontà del defunto alla dispersione delle proprie ceneri; 
3. oppure, se il defunto si è iscritto ad Associazione di Cremazione, legalmente riconosciuta, avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo dei propri associati, copia della volontà di disperdere le proprie ceneri.
 
L’autorizzazione all’affidamento delle ceneri e alla dispersione vengono rilasciate dall’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, Via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli) tel. 02.884.62160/62167/62168. 
 
 
Trasporto del defunto all'estero, al momento del decesso
Il trasporto della persona defunta presso un altro Stato può avvenire solo dopo il rilascio dell’”accertamento di morte” Il trasporto  richiede la presentazione di una domanda e il rilascio di un passaporto mortuario o autorizzazione al trasporto salma.
 
Per sapere cosa occorre, bisogna distinguere a seconda che lo Stato di destinazione sia o meno aderente alle convenzioni internazionali in materia.
 
In Stati aderenti alle convenzioni internazionali
Occorre la presentazione di una domanda per il rilascio di passaporto mortuario, in marca da bollo di € 14,62, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre  
Occorrono:
1. nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, copia di documento d’identità del delegante;
2. un certificato di morte su modello internazionale (redatto in più lingue) rilasciato dal Salone – Area “A” – via Larga, 12 – piano terra;
3. il verbale di incassamento in bollo, rilasciato dalla ASL – Servizio di Polizia Mortuaria, via Statuto 5, tel. 02.85783811;
4. nel caso sia stata interessata l’Autorità Giudiziaria, il nulla osta di quest’ultima, valido per l’espatrio, da richiedere alla Procura di Milano – ingresso via Manara – tel. 02.54334035;
5. una marca da bollo da € 14,62 da applicare sul passaporto mortuario.
 
In Stati non aderenti alle convenzioni internazionali
Oltre alla documentazione elencata sopra, è necessario presentare il nulla osta all'ingresso della salma rilasciato dal Consolato o dall'Ambasciata dello Stato verso il quale è diretta.
 
Bisogna rivolgersi, in entrambi i casi, all’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni (via Larga, 12 – 1° piano - stanza 115 - tel. 02.884.62160/62167/62168, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30).
 
 
Trasporto delle ceneri all'estero, dopo il funerale e la cremazione
Dopo il funerale e la cremazione della salma del defunto a Milano, le sue ceneri possono essere trasportate in un altro Stato. Il trasporto  richiede la presentazione di una domanda e il rilascio di un’autorizzazione al trasporto di ceneri.
 
Per sapere cosa occorre, bisogna distinguere a seconda che lo Stato di destinazione sia o meno aderente alle convenzioni internazionali in materia. Le ceneri si possono trasportare anche con la propria autovettura.
 
In Stati aderenti alle convenzioni internazionali
Occorre la presentazione di una domanda per il rilascio dell’autorizzazione, in marca da bollo di € 14,62, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre  
Occorrono:
1. nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, copia di documento d’identità del delegante;
2. una marca da bollo da € 14,62 da applicare sull’autorizzazione.
 
L’autorizzazione al trasporto deve essere presentata all’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli). tel. 02.884.62160/62167/62168. Viene rilasciata dal Polo Crematorio di Lambrate, al momento della consegna delle ceneri.
 
In Stati non aderenti alle convenzioni internazionali
Oltre a tutta la documentazione elencata sopra, è necessario presentare il nulla osta all'ingresso delle ceneri rilasciato dal Consolato o dall'Ambasciata dello Stato verso il quale è diretta.
L’autorizzazione al trasporto viene rilasciata dall’Ufficio Funerali, Sepolture, Cremazioni, via Larga, 12, 1° piano, stanza 115; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30, il sabato e i festivi dalle 8:30 alle 12:00 (ingresso da via Rastrelli) - tel. 02.884.62160/62167/62168.
 
 
Trasporto di resti, ceneri e salma indecomposta in un altro Comune italiano o all’estero, dopo l’esumazione o l’estumulazione
Dopo un’operazione di esumazione o estumulazione, i resti, le ceneri e la salma indecomposta possono essere trasportati in altro Comune italiano o in uno Stato estero. Occorre la presentazione di una domanda per il rilascio di autorizzazione o di passaporto mortuario, al momento della richiesta di esumazione o estumulazione.
Inoltre, bisogna distinguere a seconda che la destinazione sia un altro Comune italiano o uno Stato estero. Comunque, in tutti i casi sotto indicati, si deve presentare  una domanda, in marca da bollo di € 14,62, o direttamente dal cittadino oppure, con delega, tramite impresa autorizzata all’esercizio dell’attività funebre.
 
Nel caso si presenti l’impresa, oltre alla delega all’impresa stessa, si deve fornire copia di documento d’identità del delegante.
 
La domanda va presentata, anche via fax, da tutti i parenti di pari grado, sull’apposito modulo, accompagnata da fotocopia del documento d’identità valido di ciascun parente firmatario. Le ceneri si possono trasportare anche con la propria autovettura.
 
Per il trasporto in un altro Comune occorre presentare i documenti sopra indicati.
 
Per il trasporto in uno Stato estero occorre presentare i documenti sopra indicati e tener conto di una distinzione: lo Stato di destinazione ha aderito alle convenzioni internazionali in materia oppure non ha aderito alle stesse.
 
In Stati aderenti alle convenzioni internazionali
Per ottenere il passaporto mortuario, occorre presentare un certificato internazionale di morte (redatto in più lingue) rilasciato dal Salone – Area “A” – via Larga 12 – piano terra.
 
In Stati non aderenti alle convenzioni internazionali
Per ottenere l’autorizzazione al trasporto, occorre presentare
- il nulla osta all’ingresso rilasciato dal Consolato o dall'Ambasciata dello Stato verso il quale i resti mortali o le ceneri sono diretti;
- se il Consolato o l’Ambasciata ne fanno richiesta, un certificato rilasciato dalla Asl che attesti che sono state osservate le disposizioni di legge;
- un certificato internazionale di morte (redatto in più lingue) rilasciato dal Salone – Area “A” – Via Larga 12 – piano terra.
 
Nel caso di estumulazione, bisogna rivolgersi all’Ufficio Rinnovi Sepolture, Esumazioni, Estumulazioni . (piazzale Cimitero Monumentale, 14 –  piano terra - tel. 02.884.62150, dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 15:30).
 
Nel caso di esumazione, bisogna rivolgersi all’Ufficio Sepolture novantanovennali (via Larga, 12 – 1° piano – stanza 105; orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14:00 tel. 02.884.62189/62164/62152 (a cura del Comune di Milano).
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto salme e ceneri fuori dal Comune di Milano

MilanoToday è in caricamento