menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adottare un figlio: come e dove presentare la domanda

Adottare un bambino è un momento delicato per le coppie e/o le famiglie: ecco una guida per scoprire i passi da compiere per le adozioni nazionali ed internazionali

Molte coppie e/o famiglie che desiderano adottare un bambino, spesso non sono a conoscenza delle procedure corrette da seguire. L'adozione, sia nazionale che internazionale, è infatti un momento importante, che prevede un iter strutturato. Scopriamolo qui.

La fase preliminare

La fase preliminare è la fase in cui il Tribunale per i Minorenni deve accertare lo "stato di abbandono" del minore.

I requisiti

Esistono alcuni requisiti che le famiglie o le coppie devono rispettare per procedere con l'adozione nazionale ed internazionale, vediamo quali:

  1. i coniugi devono essere sposati da almeno 3 anni, o in alternativa 3 anni comprensivi di matrimonio e di comprovata convivenza
  2. i coniugi adottivi ed adottato non devono avere una differenza di età inferiore a 18 anni e superiore a 45 (salvo alcune eccezioni)
  3. la disponibilità ad adottare un bambino va redatta in tre copie per la domanda nazionale e tre per la domanda internazionale
  4. la coppia che fa richiesta deve firmare la stessa al momento del deposito, davanti ad un funzionario incaricato presso il Tribunale per i Minorenni di Milano.

La domanda di disponibilità all’Adozione nazionale ha validità tre anni e può essere ripresentata.

Posta Elettronica Certificata, come ottenerla

L'iter legislativo per l'adozione nazionale e internazionale

Una volta depositata la domanda, il Tribunale per i Minorenni incarica la Medicina Legale di verificare la salute fisica della coppia o della famiglia. A seguito di alcuni colloqui di conoscenza, gli incaricati preparano una relazione scritta sociale e psicologica al Tribunale. Un Giudice Delegato incontra i coniugi per conoscere e valutare, in nome del Tribunale, l'idoneità della coppia. E' in questa fase che si stabilisce a quale famiglia affidare ciascun bambino, secondo i suoi bisogni.

Periodo pre-adottivo

Comincia quindi un periodo preadottivo di un anno, che diventa definitivo se l'abbinamento bambina/o-famiglia ha avuto esito positivo.

Adozione internazionale

La coppia che desidera procedere con un'adozione internazionale, dopo aver ottenuto l`idoneità dal Tribunale per i Minorenni, deve rivolgersi ad un Ente Autorizzato, tra quelli legalmente riconosciuti dalla Commissione per le Adozioni Internazionali. E' grazie a questi enti che diventa possibile, nel concreto, adottare un bambino in Paese Straniero.

Il primo passo è il colloquio informativo, rivolgendosi al Servizio Sociale o all`Asl - équipe adozioni, competenti per territorio.

Per scaricare i moduli visitare il sito dedicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento