Famiglia Porta Romana / Via Friuli

Quadri, strumenti musicali, calcolatrici: 17mila oggetti smarriti a Milano. Come recuperarli

I dati della prima parte del 2016 nel Comune di Milano

Oggetti smarriti

Una curiosità: negli scorsi anni in cima alla lista degli oggetti dimenticati figuravano i buoni pasto: ben 2.700 smarriti nel 2014 e più di 1.500 nel 2015, mentre quest’anno sono solo 15 i ticket per il pranzo ritrovati in città e 6 sono già tornati nelle mani giuste. Gli squilli di 410 cellulari sono rimasti inascoltati, ma 63 telefonini sono stati recuperati dai legittimi proprietari. Sette tra carrozzine e passeggini sono stati dimenticate da mamme e papà ma nessuno ne ha chiesto la restituzione e lo stesso dicasi per le tre paia di stampelle inutilizzate.

Una delle tre calcolatrici depositate in via Friuli ha ritrovato il suo padrone, mentre delle 31 agende conservate solo 9 sono state restituite. Infine, un dipinto attende ancora di essere riportato a casa, mentre dei tre strumenti musicali smarriti due sono tornati a suonare tra le mani dei proprietari.

Per sapere se un oggetto smarrito è stato ritrovato, è necessario rivolgersi all’Ufficio Oggetti rinvenuti di via Friuli 30, telefonando al numero 02.88453900 (o inviando un fax al numero 02.88453996), dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12 e dalle 13 alle 15:30. Per ritirare l’oggetto è necessario rivolgersi agli sportelli con un documento di riconoscimento valido e, in caso di persona diversa dall’interessato, con delega in carta semplice e copia del documento d’identità del proprietario.

All’atto della restituzione è previsto il pagamento di un corrispettivo in base al criterio temporale: 5 euro fino a 90 giorni di custodia, 10 euro fino a 14 mesi e 50 euro oltre i 14 mesi. Per i documenti di riconoscimento non è necessario pagare alcuna somma al ritiro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quadri, strumenti musicali, calcolatrici: 17mila oggetti smarriti a Milano. Come recuperarli

MilanoToday è in caricamento