rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Imprese

Business plan: tutte le informazioni per scriverlo correttamente

Business plan: che cos'è, come muoversi, come strutturarlo, che cosa scrivere. Le informazioni

Un business plan o (piano di business, o progetto d'impresa) è una rappresentazione degli obiettivi e del modello di business di un'attività d'impresa. Viene utilizzato sia per la pianificazione e gestione aziendale che per la comunicazione esterna, in particolare verso potenziali finanziatori o investitori.

I business plan possono anche diventare rapidamente obsoleti, ma hanno un altissimo valore se fatti e se usati correttamente. In pratica, ogni business plan è una sorta di vademecum dell'azienda o della business idea e deve essere verificato costantemente da ogni imprenditore, deve essere modificato perché è una previsione basata su dati statistici e questi dati sono talvolta difficili da reperire.

Il business plan viene riconosciuto dalla maggior parte delle banche di investimento (non ci si riferisce alle banche italiane che forniscono semplicemente danaro contro garanzie di pari valore) ed è uno strumento che addirittura viene venduto contro contanti, anche perché - se redatto da persone competenti - contiene ricerche di mercato aggiornate. Per questo motivo i prezzi di un business plan completo sono piuttosto alti, dai 6.000 euro in su.

Un business plan da presentare a una finanziaria deve contenere:

  • Descrizione sommaria del progetto d'investimento ed illustrazione del tipo di impresa che si intende creare.
  • Presentazione dell'imprenditore e del management (esperienze pregresse e ruoli nella nuova iniziativa).
  • Indicazioni sul mercato, sulle caratteristiche della concorrenza e su fattori critici (punti di forza e punti di debolezza rispetto al mercato). Obiettivi di vendita ed organizzazione commerciale.
  • Un piano di marketing, una matrice strategica di posizionamento, un'analisi su redemption della campagna pubblicitaria: anche il miglior prodotto del mondo potrebbe fallire se non se ne comunica l'esistenza.
  • Descrizione della fattibilità tecnica del progetto relativamente al processo produttivo, alla necessità di investimenti in impianti, alla disponibilità di manodopera e di servizi quali trasporti, energie, telecomunicazioni, ecc…
  • Piano di fattibilità economico - finanziaria quinquennale o triennale a seconda di quanto si vuole approfondire l'analisi; indicazione del fabbisogno finanziario complessivo (per investimenti tecnici, immateriali e per capitale circolante) e delle relative coperture.
  • Informazioni sulla redditività attesa dell'investimento e sui fattori di rischio che possono influenzarla negativamente, partendo da ipotesi realistiche e prudenziali.
  • Indicazione degli investitori coinvolti e la proposta di partecipazione richiesta alla Finanziaria.
  • Sintetica valutazione dell'impatto ambientale del progetto.
  • Piano temporale di sviluppo delle attività.

Un business plan si compone di almeno tre parti fondamentali: una prima parte introduttiva in cui si presenta l'idea imprenditoriale e l'imprenditore stesso con le sue principali qualità; una seconda parte tecnico/operativa in cui si deve fornire un quadro chiaro di cosa si vuole fare, come e dove si vuole farlo; una terza parte in cui verranno inserite le previsioni economico/finanziarie. Qui un interessante modello per un'iniziativa in campo telematico in cui convertire iscrizioni gratuite in ricavi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Business plan: tutte le informazioni per scriverlo correttamente

MilanoToday è in caricamento