Lavoro

Come dare le dimissioni

Scopri in questa guida come dare le dimissioni on-line e tutti i passi da seguire

Quando un dipendente decide di dare le dimissioni, occorre seguire determinati step. Scopriamo in questa guida dedicata che cosa bisogna fare nel concreto.

Come devono essere trasmesse le dimissioni

Dal 12 marzo 2016, a seguito delle riforme introdotte con l’art. 26 del d.lgs. 151/2015, non è più sufficiente che il lavoratore comunichi al proprio datore le dimissioni. L'atto delle dimissioni, infatti, risulta efficace quando viene completata anche una nuova procedura telematica.

In particolare, la comunicazione deve avvenire via web attraverso l’uso di appositi moduli, rilasciati on-line dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

L'accesso alla procedura telematica

L’accesso alla procedura telematica avviene tramite il portale www.cliclavoro.gov.it secondo due differenti modalità:

  • Procedura diretta: il lavoratore deve dotarsi del PIN dispositivo, rilasciato dall’INPS e che lo identifica nelle procedure di trasmissione telematica. Solo a PIN acquisito, il dimissionario potrà accedere autonomamente all’apposita sezione del portale;
  • Procedura assistita: il lavoratore, in alternativa alla procedura diretta, può essere supportato dagli intermediari individuati dalla norma, che dopo aver verificato la libera volontà del lavoratore di recedere dal contratto di lavoro, perfezioneranno l'atto delle dimissioni

La revoca delle dimissioni 

In caso di ripensamento, il lavoratore ha facoltà di revocare le dimissioni - ciò vale anche per la rescissione consensuale - entro 7 giorni dalla data di trasmissione del modulo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento