rotate-mobile
Scuola

Scuolabus comunale: come fare domanda a Milano

A chi spetta il servizio di trasporto scolastico e come richiederlo

Lo scuolabus è il servizio di trasporto scolastico e consiste nell'accompagnamento degli alunni da casa a scuola e viceversa. La gestione del servizio è sia diretta che in affidamento ad aziende specializzate nel trasporto di persone.

E' rivolto agli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado, residenti nel territorio comunale fuori dal centro urbano e distanti più di un chilometro dalla sede della scuola più vicina al proprio domicilio.

Il trasporto dcolastico a Milano

L'intervento del trasporto scolastico è finalizzato a garantire il concreto esercizio del diritto allo studio da parte degli studenti e prevede l'aiuto nello spostamento da casa a scuola e viceversa per gli studenti con disabilità motoria o con ridotta autonomia personale. 

Il servizio può essere svolto:

  • da soggetti specializzati
  • da soggetti "qualificati": familiari degli studenti e i Comuni che erogano l'intervento con mezzi propri o con appalti specifici 

I destinatari

Studenti con disabilità:

  • residenti in un Comune della Città metropolitana di Milano
  • iscritti presso scuole secondarie di secondo grado, statale o paritaria, o corsi di formazione professionale in Dirittto Dovere di Istruzione e Formazione Professionale (CFP)
  • residenti in altri Comuni ma con situazioni familiari e sociali particolari

Requisiti

  • in possesso del Verbale di accertamento di alunno disabile (ai sensi della DGR IX/2185 del 04.08.2011
  • in possesso di Diagnosi Funzionale nella quale sia esplicitamente indicata la necessità di trasporto (ai sensi della DGR IX/2185 del 04.08.2011)

Casi specifici

Tra i casi specifici si segnalano:

  • studenti affetti da Sindrome di Down: il cariotipo e la certificazione del medico di base o dello specialista sostituisce il Verbale di accertamento di alunno disabile (ai sensi della L. 289/2002 - art 94)
  • Diagnosi Funzionali incomplete: qualora nel documento manchino i dati necessari per stabilire il diritto degli alunni/studenti a ricevere gli interventi (ad esempio per l'assistenza alla comunicazione l'entità del deficit uditivo o visivo, per il trasporto la disabilità motoria e la mancanza di autonomia personale) saranno accettate documentazioni integrative rilasciate da strutture ablitate che attestino i requisiti previsti per l'accesso agli interventi: esami audiometrici o oculistici, certificazioni mediche o specialistiche 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuolabus comunale: come fare domanda a Milano

MilanoToday è in caricamento