Trasporti

Abbonamento mezzi pubblici annuale: agevolazioni ed esenzioni

Informazioni utili per agevolazioni ed esenzioni

Viaggiare sui mezzi pubblici può significare anche usufruire di alcune agevolazioni per categorie specifiche di cittadini e di famiglie.

Rimborso di biglietti e di abbonamenti

ATM sul sito specifica che "il regolamento tariffario regionale stabilisce che gli operatori di trasporto pubblico rimborsino biglietti e abbonamenti secondo le seguenti modalità".

Car sharing, la mappa a Milano

Quali biglietti e abbonamenti sono rimborsati

I biglietti ordinari e giornalieri non ancora convalidati. Viene rimborsato il 90% della tariffa. Invece della restituzione del denaro, il passeggero può scegliere di usare il rimborso per acquistare un altro titolo di viaggio. In questo caso viene riconosciuto il 100% della tariffa. 

Gli abbonamenti settimanali e mensili prima dell’inizio della loro validità. Viene rimborsato il 90% della tariffa. Invece della restituzione del denaro, il passeggero può scegliere di utilizzare il rimborso per acquistare un altro titolo di viaggio. In questo caso viene riconosciuto il 100% della tariffa.
Esempio: se chiedete entro il 30.11.2020 il rimborso di un mensile ordinario urbano, valido dal 01.12 al 31.12.2020 del valore di 39€, il rimborso sarà pari al 90% di 39€, ovvero 35,10€. 

I carnet. Viene rimborsato il 90% del totale che si ottiene facendo la differenza tra la tariffa del carnet e la somma delle tariffe di tutti i biglietti che sarebbero serviti per effettuare singolarmente ciascun dei viaggi già compiuti. Invece della restituzione del denaro, il passeggero può scegliere di utilizzare il rimborso per acquistare un altro titolo di viaggio. In questo caso viene riconosciuto un importo pari al 100% del valore residuo del carnet restituito.
Esempio: se chiedete il rimborso di un carnet Mi1 – Mi3 del valore di 18€ con 6 viaggi già fatti, il rimborso sarà pari al 90% della differenza tra 18€ e la somma di 6 biglietti Mi1-Mi3 da 2€, ovvero 90% di €18 - €12= € 5,40. 

Gli abbonamenti annuali. Viene rimborsato il 100% del totale che si ottiene facendo la differenza tra la tariffa dell’abbonamento e la somma delle tariffe degli abbonamenti mensili che sarebbero serviti per coprire tutti i mesi già utilizzati. Il mese usato parzialmente conta come usato integralmente.
Esempio 1. Se chiedi al 30 aprile 2020 il rimborso di un abbonamento annuale urbano con scadenza al 31 agosto, dal valore dell'abbonamento sarà detratto il corrispettivo, calcolato a tariffa intera, per i mesi goduti sino ad aprile 2020 compreso: il rimborso è pari a € 18, ossia € 330 - € 312 (€ 39x8).
Esempio 2. Se chiedi al 30 aprile 2020 il rimborso di un abbonamento annuale urbano con scadenza al 31 luglio 2020, avrai usufruito di 9 mesi e non avrai diritto ad un rimborso in quanto il corrispettivo per i mesi non rimborsabili ammonterebbe ad € 351 (€ 39 x9) e quindi superiore al valore dell’abbonamento (330 €).

Condizioni di detraibilità

Sempre ATM specifica che "a partire dal 1/1/2020, ai sensi dell'art. 1, comma 679 della Legge Finanziaria per il 2020, per la detraibilità delle spese ex art. 15 del TUIR occorre rispettare la condizione di pagamento con versamento bancario o postale, ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. Sono cioè detraibili le spese sostenute con sistemi di pagamento tracciabili quali le carte di credito/prepagate, bonifico, assegni bancari e circolari o altre modalità diverse dal contante.

Le agevolazioni di ATM

Per visionare tutte le agevolazioni previste da ATM visitare la sezione dedicata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbonamento mezzi pubblici annuale: agevolazioni ed esenzioni

MilanoToday è in caricamento