Amichevoli, Inter-Galatasaray 0-0- Grosso spavento per Castellazzi

Il portiere nerazzuro in uno scontro di gioco perde conoscenza per qualche minuto. Gli esami hanno escluso complicazioni. La partita finisce a reti inviolate, tra i fumogeni dei tifosi

Un frame della sfida con i turchi

Nulla di grave per il portiere interista Luca Castellazzi. Dopo il brutto infortunio di Emiliano Viviano, Gian Piero Gasperini ha rischiato di perdere un altro portiere dopo 5' di gioco perché Castellazzi prende una ginocchiata alla testa da Colin e resta stordito a terra per qualche minuto. Trasportato fuori dal campo in barella, viene portato in ospedale dove gli esami fortunatamente escludono particolari complicazioni.

Poche le indicazioni sul gioco dei nerazzurri che Gasperini schiera con Nagatomo al suo esordio stagionale sulla fascia destra mentre a sinistra gioca Obi e in attacco ci sono Etòo con Castaignos e Alvarez. Proprio l'argentino è il grande assente della partita: sempre lontano dal gioco, zero spunti e qualche errore in 80' davvero anonimi. Dopo esser stata a lungo a guardare il maggior possesso palla del Galatasaray, in un minuto l'Inter va vicino al gol in due occasioni: al 38' è clamoroso il palo interno preso dal solito Etòo con un gran destro da fuori area mentre 30" dopo è bravo Aykut a mandare sopra la traversa il colpo testa di Castaignos.

Buona la prestazione del giovane attaccante belga che dà una grande mano anche a centrocampo. La prendono decisamente sul serio i giocatori di Terim che ci mettono mestiere e agonismo, in qualche occasione pure eccessivi come nel caso del gran tuffo in area di Elmander che rimedia un'ammonizione per simulazione. Anche i tanti tifosi turchi presenti sono decisamente su di giri e, nella ripresa, riescono nell'impresa di far sospendere la partita accendendo fumogeni e bengala che riempiono di fumo lo stadio, nonostante la pioggia che cade su Bochum.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non basta l'appello del capitano Arda per riportare la calma sugli spalti e ci vogliono più di 10' prima che l'arbitro Winkmann possa far riprendere il gioco. Nel frattempo, Gasperini cambia completamente volto alla squadra che nella ripresa è composta quasi esclusivamente da giovani della Primavera che però tengono bene il campo di fronte ad avversari decisamente più esperti. Pochissime le occasioni per cambiare lo 0-0 e l'arbitro fischia la fine della gara con qualche minuto d'anticipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

  • Milano, violenza sessuale al Parco Nord: ragazza 20enne stuprata in una notte d'orrore

  • Mega rissa a colpi di cestelli al supermercato perché non indossano la mascherina: il video

  • Milano, sole e temperature 'invernali' ma la situazione cambia nei prossimi giorni: il meteo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento