MilanoToday Porta Vittoria

L’arte e la liberta’ della parola. Lezioni di cifrematica per il secondo rinascimento

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

L'ARTE E LA LIBERTA' DELLA PAROLA Lezioni di cifrematica per il secondo rinascimento

La Tavola Italiana e Il Club di Milano promuovono e organizzano tredici incontri di cifrematica dal titolo L'arte e la libertà della parola che si tengono nella TERRAZZA DELLA TAVOLA ITALIANA in Corso di Porta Vittoria 18 a Milano, ciascun lunedì a partire dal 20 giugno 2016.

Dal lunedì 20 giugno, le lezioni, con un contributo di 8 euro che comprende anche la consumazione, si terranno nella nuova TERRAZZA DELLA TAVOLA ITALIANA in Corso di Porta Vittoria 18 a Milano.

Alle 21,30, nel dopocena, nell'accogliente Terrazza, vista Duomo, al crepuscolo delle sere d'estate, gli incontri verteranno su temi ciascuna volta differenti con contributi multimediali sull'opera d'arte e sull'artista che coinvolgeranno il pubblico.

La conversazione sarà accompagnata dalla degustazione di prodotti di aziende enogastronomiche scelte e selezionate dalla Tavola Italiana, con la presenza dello chef.

Le lezioni sono curate da Mariella Borraccino, editor, direttrice di ricerca, cifrematico, e da Fabiola Giancotti, ricercatrice, scrittrice, film maker, con l'intervento di imprenditori, Stefano Goracci e Roberta Caruso; giornalisti, scrittori e studiosi fra cui, Dario Fertilio, Ferdinando Cionti, Sara Bergamini; artisti fra cui Donatella Lanzeni.

La nuova proposta di convivium d'estate si svolge nelle ore più fresche del dopocena. Da metà giugno ai primi di ottobre, con un breve intervallo a agosto, Il Club di Milano e La Tavola Italiana invitano il pubblico per una conversazione libera, leggera e proficua intorno all'arte e alla libertà della parola. È un tema attuale, che riprende l'interesse immenso per l'arte - con una lettura inedita dell'opera d'arte ciascun lunedì - e per le questioni cruciali intorno alla libertà, che oggi si pongono in maniera radicale. Si tratta della libertà dell'arte e della libertà della parola.

Le lezioni partono da un'indagine nel testo occidentale a proposito della libertà del pensiero, della scrittura, della scienza, dell'arte, dell'impresa, della comunicazione. La libertà e le battaglie degli intellettuali degli ultimi tre millenni. La libertà e le battaglie degli intellettuali degli ultimi tre millenni. La libertà secondo Giotto, Leonardo, Ariosto, Galilei, Michelangelo, Raffaello, Gauguin, Freud, Picasso, Warhol e molti altri. La libertà della musica, della medicina, della pittura, dell'industria, del design, della lingua, della moda, della diplomazia. Senza pesantezza, senza sostanza, senza vittimismo, la libertà della narrazione nel convivium. La libertà della parola non deve nessun tributo alla statistica e al commento e non insegue una significazione finale. La libertà della parola nell'era del secondo rinascimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’arte e la liberta’ della parola. Lezioni di cifrematica per il secondo rinascimento

MilanoToday è in caricamento