Meteo

Coldiretti: "Almeno 300 eventi meteo estremi in Lombardia"

Nubifragi, bombe d’acqua, trombe d’aria, grandinate e tempeste di fulmini hanno colpito la Regione durante la stagione appena trascorsa

Mentre Greta Thunberg, a Milano da martedì mattina per la PreCop26, chiede ai potenti di smetterla con i loro 'bla, bla, bla' sull'ambiente e di interventire davvero, subito e concretamente per ridurre emissioni inquinanti e contenere il surriscaldamento globale, anche gli agricoltori lombardi denunciano gli effetti del cambiamento climatico. "Sono almeno 300 gli eventi estremi tra nubifragi, bombe d’acqua, trombe d’aria, grandinate e tempeste di fulmini che hanno colpito la Lombardia durante l’estate 2021", sono le parole della Coldiretti.

La situazione, sottolinea l'associazione degli agricoltori, è preoccupante anche dal punto di vista nazionale, con l'Italia che a livello climatologico registrata la sesta estate più calda dal 1800, con una temperatura superiore di 1,55 gradi rispetto alla media. I dati, allarmanti, emergono da un’analisi di Coldiretti Lombardia su statistiche Cnr e Eswd divulgata in occasione del summit dei giovani agricoltori Coldiretti che si è tenuto a Milano per la PreCop26, che anticipa la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici in programma a novembre nel Regno Unito.

Anche quest’anno - spiega la Coldiretti - si conferma la tendenza all’innalzamento della colonnina di mercurio ormai strutturale in Italia dove la classifica degli anni più caldi negli ultimi due secoli si concentra nell’ultimo periodo e comprende nell’ordine il 2018, il 2020, il 2015, il 2014, il 2019 e il 2003. Il cambiamento climatico si è caratterizzato peraltro con una evidente tendenza alla tropicalizzazione che - continua la Coldiretti - si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi.

Una situazione - prosegue la Coldiretti - che negli ultimi dieci anni ha già provocato nelle campagne italiane 14 miliardi di euro di danni alle coltivazioni e alle strutture. L’agricoltura è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici, ma è anche il settore più impegnato per contrastarli – sottolinea la Coldiretti -. Si tratta di una nuova sfida per le imprese agricole che devono interpretare le novità segnalate dalla climatologia e gli effetti sui cicli delle colture, sulla gestione delle acque e sulla sicurezza del territorio. Anche l'associazione degli agricoltori, così come gli ecologisti, chiede quindi interventi strutturali per contrastare il cambiamento climatico, oltre a strumenti di gestione del rischio sempre più avanzati, efficaci e con meno burocrazia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti: "Almeno 300 eventi meteo estremi in Lombardia"

MilanoToday è in caricamento