Meteo

Ottobre senza pioggia a Milano: smog alle stelle e nessun miglioramento all'orizzonte

Situazione preoccupante e durissima per tutti i bacini idrici. E inquinamento con valori altissimi

Siccità e smog a Milano

Pesantemente sotto la media del periodo. A Milano non piove da quasi un mese, da quando appena tre millimetri furono registrati lo scorso 24 settembre e le conseguenze non sono di poco conto. A cominciare dall'innalzamento dei valori delle polveri sottili per non contare i danni all'agricoltura e, più in generale, a livello del nostro ecosistema.

Non piove da un mese: Lago Maggiore senz'acqua

Il Lago Maggiore, bacino che alimenta il sistema dei Navigli, è cinquantadue centimetri sotto la media stagionale. In litri? Centoquattro miliardi, secondo l'equazione "1 centimetro uguale a 2 miliardi di litri di acqua persa". Una secca preoccupante che si ripercute sulla flora e la fauna del Ticino che da mesi è in sofferenza. E non è il primo anno, una situazione simile si era verificata nel settembre 2016 con l'appello del Parco del Ticino che chiedeva di aumentare le scorte idriche nel Verbano. La situazione sembra essere destinata a peggiorare: senza le piogge il Lago Maggiore continuerà ad asciugarsi, dato che esce più acque di quanta ne entra. Il livello dei Navigli, nel frattempo, è calato ma il motivo non è la scarsità di acqua nel bacino idrico ma l'asciutta invernale, iniziata il 18 settembre. 

Pioggia: le previsioni per i prossimi giorni

Una robusta campana anticiclonica sta inglobando quasi l'intera Europa con un flusso di aria mite che sta portando i valori termici sopra la media fino a ridosso della penisola scandinava. A causare questa fortissima "ottobrata" è stato il ciclone Ophelia, che tanto ha fatto discutere ma che poco si è correlato con gli effetti sul resto del continente. E infatti, con il suo profondo minimo depressionario collocato a largo dell'Irlanda, sta richiamando aria calda dal Nord Africa con una intensità davvero rilevante proprio in virtù della circolazione dei venti antioraria che accompagna il suo spostamento.

L'Anticiclone che ne è derivato sta lasciando lontane le piogge in un periodo, quello autunnale, che dovrebbe invece rappresentare il momento clou per le precipitazioni. La natura, certamente, saprà riprendersi il suo equilibrio ma al momento non si intravedono all'orizzonte cambiamenti significativi.

Ottobre 2016 aveva fatto registrare su Milano 67 millimetri di pioggia con 13 giorni di precipitazioni mentre ottobre 2015 con 16 giorni di maltempo aveva toccato 73 millimetri: valori che quest'anno sembrano difficili da raggiungere a meno che, e questo non sarebbe certamente positivo, violenti temporali riescano a riportare i valori pluviometrici più vicino alle medie ma con una distribuzione che sarebbe poco regolare: con le classiche "bombe d'acqua" non si recupera il gap, il terreno ne assorbe solo una parte e il resto serve solo ad allagare e a far danno.

E poi c'è la forte escursione termica diurna, le massime si spingono ben oltre la media del periodo varcando anche la soglia dei +20°C mentre le minime riescono localmente a scendere sotto i +10°C, situazione classica sotto il dominio anticiclonico con correnti meridionali perché il sole d'ottobre ancora brucia ma quando va via la dispersione termica è notevole. Dando uno sguardo a breve e medio termine, seppur evidenziandosi un indebolimento dell'Anticiclone, non si intravedono importanti variazioni.

Bisognerà attendere il prossimo weekend per rivedere le perturbazioni, almeno così ci indicano i modelli ma attenzione perché si tratta di una previsione a lungo termine ed è necessario averne conferma. L'ultima decade del mese potrebbe finalmente riservare un altro tipo di situazione meteorologica, ma il vero autunno è ancora lontano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottobre senza pioggia a Milano: smog alle stelle e nessun miglioramento all'orizzonte

MilanoToday è in caricamento