menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Milano, foto "Quel birichino del Seves"/Fb

Milano, foto "Quel birichino del Seves"/Fb

Bomba d'acqua su Milano, in sei ore è caduta la stessa pioggia che cade in un mese

La centralina dell'Arpa di Piazza Zavattari ha registrato 133 millimetri di pioggia

Una vera e propria bomba d'acqua. Non si può definire in altro modo il temporale che si è abbattuto sulla città nella notte tra giovedì e venerdì 15 maggio. Lo dimostrano i dati: mediamente a maggio a Milano piove per circa nove giorni per un totale di 95,5 millimetri di pioggia. Nella notte appena trascorsa i millimetri di pioggia registrati sono stati mediamente oltre i 100, come registrato da diversi strumenti del Centro Meteorologico Lombardo sparse all'ombra della Madonnina.

Non solo. La centralina dell’Arpa di piazza Zavattari ha registrato 133 millimetri di pioggia in sei ore, con due picchi: il primo tra le 23 e le 24, il secondo tra l’1 e le 2 del mattino. La pioggia, che in particolare ha colpito anche i bacini a nord di Milano, ha fatto esondare il Seveso alle 4.30 del mattino e portato il fiume Lambro al limite della sua capienza.

Le previsioni meteo per venerdì 15 maggio

Dalle 18 di giovedì 14 maggio era in vigore un'allerta meteo per il capoluogo e per tutta la regione. La protezione civile di regione Lombardia aveva stabilito una criticità arancione - 'moderata', livello di pericolo tre su quattro - per rischio temporali forti e rischio idrogeologico e una criticità gialla - il livello inferiore - per vento forte e rischio idraulico. L'allerta è entrata in vigore dalle 18 di giovedì e durerà per tutta la giornata di venerdì 15 maggio. 

"Sulla Lombardia flusso umido e mite da sudovest, generato da una vasta zona depressionaria centrata sulle coste del Portogallo. Dalla sera di giovedì 14, a partire dai settori meridionali della regione, sviluppo di rovesci e temporali in rapida estensione verso nord, fino a coinvolgere quasi tutti i settori. Nella notte tendenza a graduale esaurimento dei fenomeni sui settori meridionali, tenderanno invece ad insistere altrove specie su Alpi, Prealpi e alta Pianura", si leggeva nel bollettino meteo della regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento