MilanoToday

Oltre le parole: impariamo a leggere le espressioni

Oltre le parole: impariamo a leggere le espressioni Chi abbiamo di fronte esprime le proprie sensazioni ed emozioni non solo con le parole, ma anche con velocissimi movimenti involontari del volto. Imparare a riconoscere e codificare le microespressioni facciali può essere di grande aiuto per il raggiungimento degli obiettivi professionali. Vera occasione di qualificazione, il tour dei training sulle microespressioni facciali, che prende il via a Padova l’11 novembre e prosegue a Milano il 18 e a Bologna il 19 novembre, offre la possibilità di migliorare le proprie performances a tutti coloro che operano nel settore vendite, dagli agenti di commercio ai consulenti finanziari agli agenti immobiliari, e nel settore delle human resource, ma anche a chiunque operi a stretto contatto con persone con le quali deve stabilire un importante rapporto di conoscenza, come medici e psicologi.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Chi abbiamo di fronte esprime le proprie sensazioni ed emozioni non solo con le parole, ma anche con velocissimi movimenti involontari del volto. Imparare a riconoscere e codificare le microespressioni facciali può essere di grande aiuto per il raggiungimento degli obiettivi professionali. Capire a fondo l’interlocutore ed essere in grado di leggere ogni minimo segnale: ecco l’obiettivo dei training programmati a novembre da www.leggere-emozioni.it Vera occasione di qualificazione, il tour dei training sulle microespressioni facciali, che prende il via a Padova l’11 novembre e prosegue a Milano il 18 e a Bologna il 19 novembre, offre la possibilità di migliorare le proprie performances a tutti coloro che operano nel settore vendite, dagli agenti di commercio ai consulenti finanziari agli agenti immobiliari, e nel settore delle human resource, ma anche a chiunque operi a stretto contatto con persone con le quali deve stabilire un importante rapporto di conoscenza, come medici e psicologi. “Riconoscere le microespressioni facciali, espressioni della durata di circa 1/25 di secondo, significa comprendere dalla mimica ciò che le persone realmente sentono, indipendentemente da quanto affermano perchè tali espressioni vengono scatenate direttamente dal sistema limbico e sono difficilmente governabili consciamente – spiega Dennis A. Masseit, direttore e co-creatore di www.leggere-emozioni.it. - Siamo in un continuo circuito di feedback con i nostri interlocutori, solo che la maggior parte di noi non ha mai imparato a leggere i segnali. Il volto è come un palcoscenico che rappresenta lo spettacolo completo delle emozioni, che dobbiamo solo essere in grado di riconoscere e leggere”.   Della durata di tre ore, ogni training attraverso una parte teorica e una serie di esercizi mette in grado i partecipanti di iniziare questo percorso di conoscenza sotto la guida di Dennis A. Masseit e Astrid Morganne, esperta di FACS (Facial Action Coding System), co-autrice del libro ‘Io Posso - Manuale d'istruzione per migliorare la propria vita’. Per chi non può raggiungere la sede dei seminari o ha problemi di tempo, è disponibile un corso on line (www.leggere-emozioni.it) che comprende più di 140 esercizi, spiegazioni e video istruzioni. “Già 2000 persone hanno seguito i nostri corsi attraverso i quali offriamo una risposta professionale alla difficile situazione del mercato – aggiunge Dennis A. Masseit – con un’equazione semplice: più precisione, meno fraintendimenti = più obiettivi raggiunti”. Previsti anche training aziendali per manager e personale dirigente, come “Valutazione della credibilità dell’interlocutore” ed “Emozioni ed economia”, il cui obbiettivo è trovare e soprattutto superare i fattori stressanti dei venditori. “Nella formazione viene dato troppo poco spazio alle emozioni - indica Dennis A. Masseit. -Eppure, ogni persona reagisce prima emozionalmente, con il sistema limbico, e solo dopo cognitivamente, attivando la corteccia cerebrale”. Leggere-emozioni.it e Dennis A. Masseit www.leggere-emozioni.it, nato all’inizio del 2011, è il primo e attualmente l’unico training on line in italiano dedicato alle microespressioni facciali. Si fonda sugli studi dello psicologo statunitense Paul Ekman, che ha aperto il primo sito dedicato all’argomento, seguito dalla versione tedesca, sviluppata da Dennis A. Masseit e Dirk W. Eilert. Dennis A. Masseit, fondatore anche del sito italiano (www.leggere-emozioni.it) di cui è direttore, è nato e cresciuto in Germania, dove ha studiato l’interazione tra emozioni e delle proprie convinzioni. Esperto in comunicazione neuronale, ha introdotto per primo in Italia la tecnica wingwave, metodo sviluppato da due psicologi tedeschi che integra le tecniche per identificare e superare le cause dello stress e viene applicata da multinazionali come Volkswagen. Dennis A. Masseit tiene corsi sulle microespressioni facciali in tutta Italia seguiti da un vasto pubblico e già 2000 sono coloro che hanno frequentato i corsi in aula e on line. Didascalie Foto 1 – Sorpresa: Le sopraciglia sono sollevate verso l’alto, si formano pieghe su tutta la fronte, la palpebra superiore è sollevata e quella inferiore è rilassata e la bocca è aperta ma non c’è tensione sulle labbra Foto 2 - Rabbia (leggera): Le sopraciglia sono leggermente strette e tirate verso il basso e la palpebra superiore è sollevata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre le parole: impariamo a leggere le espressioni

MilanoToday è in caricamento