Restiamo a casa, respirando aria pulita: come può aiutarci la fotocatalisi

Zanzariere all'avanguardia per proteggere l’ambiente domestico da virus e batteri

Tutti a chiedersi quando finirà, quando potremo uscire di nuovo, abbracciarci, lavorare, respirare ancora quella sicurezza e quella libertà che un piccolo nemico invisibile ci ha tolto. Nel frattempo, la corsa all'igienizzazione è iniziata e in questa gara vince chi riesce ad accaparrarsi prodotti ormai introvabili come mascherine, guanti e amuchine varie. L'alternativa è quella che ormai tutti conosciamo bene: restare a casa, chiudersi nelle quattro mura domestiche, ligi alle indicazioni imposteci dall'alto a scopo precauzionale.

C'è solo un problema: sta arrivando l'estate. E se da un lato la sfida sarà uscire di casa sotto il sole d'agosto inguantati nel lattice, dall'altro, per chi rimane al coperto, la situazione non sarà migliore, perché con la bella stagione le nostre case saranno invase dalle odiate zanzare e dai fastidiosi piumini che si infilano dappertutto. Una lotta impari, come ben sappiamo, che non farà altro che aumentare il nostro senso di claustrofobia e la voglia di correre fuori da quelle quattro mura.

Difficile quindi tenere fede al consiglio di virologi ed esperti di spalancare le finestre per areare bene le stanze. Anche se il consiglio è sensato perché, nei luoghi chiusi, la proliferazione di virus, funghi e batteri, cresce in misura esponenziale. Basti pensare che, in sole sei ore, alla temperatura di 37°, una popolazione iniziale di 100 batteri riesce a replicarsi fino a un valore superiore ai 26 milioni.

Ma, allora, se anche il nostro piccolo pezzo di mondo non è poi così sicuro, come affrontiamo questa pazza estate che si prospetta? La soluzione l'ha trovata Domotea, un brand della azienda italiana Zante produttrice di tendaggi e zanzariere che, propone una soluzione innovativa e decisamente utile: una zanzariera antibatterica e virucida, in grado di ridurre la crescita di batteri e virus negli ambienti in cui viene installata. Un alleato prezioso, insomma, che lavora silenzioso e instancabile per il nostro benessere.

Il sistema, brevettato e certificato SUNOX, è semplice e si basa su un principio chimico-fisico naturale chiamato fotocatalisi: le reti, in fase di produzione, ricevono un trattamento igienizzante che, a contatto con luce, aria e umidità, attiva il processo di fotocatalisi, generando un forte agente ossidante in grado di trasformare batteri, virus e funghi in semplice anidride carbonica e acqua. Risultato: l'azione purificante, che avviene su entrambe le superfici della zanzariera, filtra e pulisce l'aria che proviene da fuori e da dentro casa. I test effettuati presso il Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica dell'Università di Firenze hanno dimostrato che in poche ore la rete SUNOX è in grado di eliminare il 100% dei batteri presenti nell'ambiente.

Zante_Gallery-2

Quella di Domotea è un'idea semplice quanto utile e geniale: rendere una semplice zanzariera un filtro attivo in grado di preservare la qualità dell'aria che respiriamo, eliminando virus e batteri, e  al contempo di svolgere il suo tradizionale compito passivo contro zanzare, pulviscolo e piumini. Una soluzione pratica ed efficace, dunque, perfetta per l'estate in arrivo e ideale tutto l'anno per chi è attento, oggi più che mai, agli aspetti sanitari e igienici degli ambienti di vita.

Scopri sul sito le tipologie di zanzariere a cui è possibile applicare la rete SUNOX. Per superare l'estate non serve altro.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

Torna su
MilanoToday è in caricamento