Tra ecobonus ed ecotassa, qual è la vettura ideale?

Tanti buoni motivi per scegliere un SUV con tecnologia ibrida di ultima generazione

Il 1° marzo 2019 è partito l’ecobounus, un bell’incentivo per chi è in fase d’acquisto dell’auto nuova. Quest’anno, per chi compra veicoli a basse emissioni di CO2, lo Stato ha stanziato fondi per 60 milioni di euro, fino a esaurimento. Il contributo va da 1.500 € a 4.000 €, a seconda della vettura e delle emissioni. Rottamando la vecchia auto inquinante (da Euro 1 a Euro 4), poi, le cifre precedenti si alzano fino a 2.500 € e 6.000 €, con ulteriori agevolazioni fiscali se si acquistano colonnine di ricarica. All’opposto, abbiamo forti disincentivi e tassazioni sull’acquisto di auto inquinanti con emissioni di CO2 maggiori di determinati parametri. L’introduzione dell’ecotassa, dunque, fa da contraltare all’ecobonus ma persegue lo stesso scopo: incentivare l’acquisto di auto completamente elettriche o ibride; a maggior ragione nelle grandi città che stanno a loro volta restringendo i paletti per la circolazione nel tentativo di contrastare smog e inquinamento atmosferico.

Prendiamo Milano come esempio: l’Area C, la zona a traffico limitato che comprende il centro storico, è ormai attiva da anni e, da quest’anno, è stata attivata anche l’Area B che allarga ulteriormente, ben oltre il centro storico, la superficie non percorribile da tutti i veicoli arrivando quasi fino ai confini che separano la città dall’hinterland. Il disincentivo in questi casi è una bella multa per chi entra nelle due Aree senza aver pagato l’obolo al Comune.

Che fare, allora, per evitare multe e telecamere? Che fare per essere liberi di sconfinare nelle Aree a traffico limitato senza sentirsi comunque in colpa per la salute dell’ambiente e la purezza dell’aria che si respira ogni giorno? La soluzione desiderabile è che tutti acquistino veicoli elettrici o quantomeno ibridi, sbarazzandosi definitivamente delle vecchie vetture più inquinanti. Da questa semplice e, perché no, sempre meno utopistica, affermazione, sorge ovviamente un’ulteriore domanda: qual è, allora, la vettura ideale?

Scegliere un SUV con tecnologia ibrida di ultima generazione, può essere una scelta vincente per tanti motivi. A questo proposito, la novità giunge dal Giappone, dove Honda è arrivata a produrre la quinta generazione della sua Honda CR-V proprio in versione ibrida, proponendo un crossover di medie dimensioni e con tanto spazio all’interno. Ciò che la distingue dall’affollata concorrenza è proprio la tecnologia i-MMD (Intelligent Multi-Mode Drive) che è in grado di offrire prestazioni superiori e un’efficienza nei consumi eccezionale, tramite il motore a benzina a ciclo Atkinson da 2.0 litri che lavora insieme a due motori elettrici che fungono da propulsore e generatore, offrendo così una potenza complessiva di 184 cavalli. Grazie alla capacità del sistema i-MMD di cambiare automaticamente 3 modalità di guida (elettrica, ibrida o a motore), infatti, la vettura utilizza sempre la sua energia nel modo più efficiente, fornendo all’automobilista un flusso continuo di potenza e sicurezza. Risultato: maggiore risparmio di carburante, emissioni di CO2 inferiori alla media e una guida più reattiva e armoniosa, perfetta per i percorsi cittadini.

Tecnologia applicata all’efficienza, dunque, a cui si aggiunge la tecnologia relativa alla sicurezza e alla connettività. Honda CR-V Hybrid offre, infatti, i più avanzati sistemi di sicurezza passiva e attiva, e di assistenza alla guida, con il sistema Honda Sensing: un mix di radar e telecamere che rappresenta il top della categoria e che ha ottenuto, non a caso, la valutazione massima nei test di sicurezza Euro NCAP

Per quanto riguarda la connettività, invece, Honda CR-V Hybrid è dotato di Honda CONNECT, il sistema di infotainment che dà la possibilità di integrare lo smartphone sia con Android Auto che con Apple CarPlay, nonché di collegarsi ad internet e navigare sul Web grazie allo schermo Touch a colori da 7”, dal quale sono gestibili App, chiamate, messaggi, musica e profili social.

Chiudono il pacchetto 4 diversi allestimenti, Comfort, Elegance, Lifestyle e Executive, che posizionano il nuovo CR-V Hybrid ai vertici della categoria per la ricchezza di dotazioni, e gli ampi e versatili spazi interni che rendono questo SUV funzionale e moderno. Senza contare che, alla comodità interna, fanno da contrappeso gli ampi spazi esterni con un design sportivo ma sempre elegante.

Tutti validi motivi, dunque, per scegliere Honda CR-V Hybrid come prossima auto. A questo punto resta solo un ultimo consiglio da dare: perché limitarsi a parlare di Honda CR-V Hybrid, quando è possibile toccarla con mano e provarla di persona con una semplice visita a Emmedi Auto di Melegnano, concessionaria ufficiale Honda dal 2005 per il SUD Milano, Lodi e provincia.

Da Emmedi Auto c’è sempre un operatore dedicato, pronto ad ascoltare le esigenze del cliente, a dargli consigli specifici e a valutare insieme le personalizzazioni che Honda CR-V Hybrid concede, per dare alla vostra prossima auto quel tocco che la può rendere davvero unica.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Zona arancione: le faq aggiornate e le regole valide ad aprile per capire cosa si può fare

  • Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

  • Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

  • È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

  • Milano e Lombardia in zona arancione, le regole per andare a casa di amici e parenti

  • Il comandante della Locale che nasconde la cocaina nell'auto della collega per vendetta

Torna su
MilanoToday è in caricamento