Il lockdown fa..."volare" anche gli impiegati della Cannabis light

Un inaspettato boom di vendite ha portato ad una notevole crescita del fatturato

La pandemia che stiamo affrontando ha portato, a livello mondiale, un periodo di crisi: se, inizialmente, a risentirne sono state solo le interazioni sociali, in seguito anche l’economia ha subito un duro colpo. Nuove necessità e abitudini hanno sconvolto la routine di tutti, creando non poche difficoltà. Proprio per questo, sarebbe bello offrire un punto di vista diverso, capace di portare un po’ di fiducia. Vi è infatti un’attività che, in questo periodo, ha visto un’impennata degli acquisti dei suoi prodotti: si tratta di JustMary, il primo delivery in Italia di Cannabis legale.

Ad aprile, l’impresa ha registrato un notevole incremento di vendite, attestato sul 500% in più: ha raggiunto così, durante i primi quattro mesi di attività, il fatturato preventivato per tutto il 2020. Forse a causa dell’essere, forzatamente, chiusi in casa, molti utenti hanno scoperto la praticità e l’utilità dell’e-commerce; forse complice la maggiore informazione che riguarda la cannabis light, oppure il fatto che la stessa sia molto utile per alleviare situazioni di stress e insonnia, moltiplicate durante il lockdown, fatto sta che la clientela è cresciuta in maniera esponenziale, dando esito a una bella conseguenza.

Con la mole di lavoro incrementata, è stato necessario adeguare l’organico, che da 10 persone è passato a 29. Non solo: ai runner sono stati dati aumenti di stipendio, per premiare l’impegno con cui hanno affrontato il superlavoro del periodo. L'amministratore di JustMary, Matteo Moretti, prevede che, entro luglio, verrà superato il milione di ricavi; ecco perché, entro la fine dell’anno JustMary si quoterà alla borsa di Vienna, con l’aiuto di Pairstech Capital Management Llp.

Insomma, una buona notizia in un periodo nero. Cerchiamo, però, di capire perché i prodotti di JustMary hanno riscontrato tanto successo. In primis, per l’elevata qualità dei prodotti, naturali, attentamente selezionati e certificati, così da poter offrire il meglio ai clienti. Le linee Justmary Origin e PinUp, per esempio, sono certificate da Coqualab, che garantisce l’assenza di metalli pesanti e pesticidi.

Poi la velocità del servizio di home delivery: le consegne a Milano e Hinterland, MonzaFirenze, Torino e Roma vengono effettuate in giornata; nel resto d’Italia, invece, si può ricevere il prodotto scelto in sole 48 ore. Per rispettare al massimo la privacy, tutte le consegne vengono effettuate in maniera anonima. Infine, per rimanere coerente con l’attenzione al naturale, JustMary ha deciso di essere il primo delivery completamente green. Grazie a Treedom, infatti, compensa la Co2 generata da tutte le consegne.

Curioso di saperne di più? Allora visita il sito di JustMary e scopri una realtà tutta nuova.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Luci, decorazioni e un 'bosco incantato': in centro a Milano arriva il mega store del Natale

Torna su
MilanoToday è in caricamento