Politica

Affitti Trivulzio, De Corato: "Metà della "porcilaia" sotto il naso del Carroccio"

"Quando si ha avuto ben 17 membri nei Cda del Pio Albergo Trivulzio e nell'istituto Golgi Redaelli è poco credibile chiamarsi fuori da ogni responsabilità". Attacca la Lega Nord il vicesindaco De Corato sugli affitti a prezzi di favore del Pat

"Quando si ha avuto, come ha avuto il Carroccio, ben 17 membri nei Cda del Pio Albergo Trivulzio e nell'istituto Golgi Redaelli è poco credibile chiamarsi fuori da ogni responsabilità".

Lo afferma il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato, ricordando che "solo al Pat, nel periodo in cui il Carroccio aveva un proprio nominato nel consiglio di amministrazione, dal '94 al al '98 e dal 2004 a oggi, sono stati stilati 468 contratti sui 1064 complessivi. Ovvero il 44 %''. Lo spunto, che ha portato all'azzeramento di quasi tutto il Consiglio d'amministrazione, è lo scandalo su presunti prezzi di favore fatti ad affittuari "potenti" e influenti economicamente sulle case del patrimonio immobiliare Pat. "Dunque metà della 'porcilaia' è stata prodotta sotto il naso del Carroccio che non ha subodorato nulla - ha detto de Corato riferendosi ad alcune dichiarazioni di questi giorni -. Pertanto il celodurismo di facciata cozza con la realtà dei fatti".

"Non è rifiutando le dimissioni, come ha fatto un consigliere leghista - sottolinea De Corato - che si possono cambiare le carte in tavola. Così facendo ci si nasconde dietro un dito. E non si dà prova di maturità e responsabilità. Peccato. Ma da qui a inscenare crociate contro tutti pensando di passare per immacolati ce ne corre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitti Trivulzio, De Corato: "Metà della "porcilaia" sotto il naso del Carroccio"

MilanoToday è in caricamento