Politica

Un milione di euro dalla Lombardia all'Africa per le politiche demografiche

L'accordo tra +Europa e la giunta e il voto a margine del bilancio

Repertorio Pixabay

Il consiglio regionale della Lombardia si è impegnato a stanziare, a margine del voto sul bilancio, un milione di euro da destinare all'Unfpa, l'agenzia delle Nazioni Unite sulla popolazione, per promuovere interventi di family planning, in particolare la distribuzione di contraccettivi a lunga durata, nei Paesi con tasso di fertilità maggiore di 4 figli per donna.

Nel 2050 il continente africano ospiterà, stando alle proiezioni, soltanto in Nigeria e Repubblica Democratica del Congo il 40% dei poveri di tutto il mondo. "Se la popolazione aumenta più velocemente della ricchezza, non esiste crescita del Pil in grado di produrre benessere", spiega il consigliere regionale di +Europa Michele Usuelli: "La crescita sostenibile passa quindi necessariamente da politiche che tutelino il diritto sessuale e riproduttivo delle donne di scegliere il numero di figli all'interno della propria famiglia".

La pianificazione familiare volontaria "è uno degli strumenti più efficaci - continua Usuelli - per disinnescare la bomba demografica che origina guerre, fame, carestie, perdita di biodiversità e cambiamenti climatici e, solo come conseguenza, flussi migratori". Il voto in Regione segue un dialogo tra +Europa e la giunta di Attilio Fontana per arrivare a una proposta che sia utile, concretamente, per "aiutarli a casa loro", come recita uno slogan.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un milione di euro dalla Lombardia all'Africa per le politiche demografiche

MilanoToday è in caricamento