menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consiglio comunale di Milano

Il consiglio comunale di Milano

Tasi, accordo maggioranza-opposizioni. Aumenteranno le detrazioni

Si punta ad esentare oltre 20 mila famiglie

Prima intesa tra maggioranza e opposizioni sulla Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili di cui il consiglio comunale discute aliquote ed esenzioni. La Tasi andrà a comporre la nuova Iuc (imposta unica comunale) insieme all'Imu (dovuta solo per seconde case, abitazioni di lusso, negozi e fabbricati) e alla Tari (la tassa sui rifiuti).

La giunta Pisapia vuole introdurre un'aliquota dello 0,8 per mille su tutto ciò che non è prima casa, il che - tradotto in cifre - significa circa 75 milioni di euro nelle casse del comune di Milano. Il centrodestra vorrebbe usarne una parte significativa per aumentare le detrazioni e le esenzioni. Ad esempio, chi detiene una proprietà abusivamente occupata oppure i negozi che vengono economicamente danneggiati perché nella zona c'è un cantiere aperto.

Con la norma presentata in consiglio comunale, le famiglie esentate sono in tutto 4.200. La maggioranza di centrosinistra vuole arrivare a 22 mila famiglie puntando soprattutto a quelle con un Irpef inferiore a 21 mila euro annui e a quelle che detengono un appartamento con rendita catastale fino a 350 euro. Saranno poi salvaguardati gli inquilini in locazione: due su tre non pagheranno nulla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento