Corsico, per il ballottaggio è rottura tra Forza Italia e Italia Viva

I berlusconiani sosterranno Errante (Lega-Fdi): la comunicazione dei vertici provinciali. Iv: «Mai coi sovranisti»

Il Naviglio a Corsico

Si spacca nel giro di una settimana l'inedita alleanza tra Forza Italia e Italia Viva a Corsico, nell'hinterland di Milano, che aveva portato i partiti di Berlusconi e Renzi ad allearsi intorno al candidato sindaco forzista Roberto Mei, contro Filippo Errante (il sindaco uscente, sostenuto da Lega e Fratelli d'Italia oltre a Corsico Ideale) e anche contro Stefano Ventura (Pd e Insieme per Corsico, quindi centrosinistra).

Al ballottaggio di domenica 4 e lunedì 5 ottobre, con il centrosinistra in vantaggio dopo il primo turno, Forza Italia ha scelto di sostenere Errante, mentre Italia Viva ha ribadito che non appoggerà la «coalizione sovranista». Si direbbe che le "caselle" sono tornate ai loro posti, e forse è presto per una alleanza politica centrista che sia antagonista del sovranismo della Lega. 

«Abbiamo trovato diversi punti in comune con il progetto di Filippo Errante, come naturale», scrive in una nota il commissario provinciale forzista Graziano Musella: «In vista del ballottaggio i nostri elettori confluiranno in un percorso naturale, in coerenza con il governo regionale e le molte altre realtà cittadine amministrate da Forza Italia».

Nettamente diversa la posizione di Italia Viva, che a Corsico si presentava nella lista Corsico Popolare (col proprio simbolo visibile nel cerchio): «Italia Viva ha dichiarato sin dall’inizio che non avrebbe mai appoggiato la destra a Corsico. Con questa idea abbiamo fatto una scelta meditata e ponderata che ci ha portato a seguire un progetto nuovo di coalizione», dichiarano Sergio Graffeo (coordinatore Iv Corsico) e i due coordinatri di Iv Milano sud-ovest, Margherita Mazzuocollo e Palo Caimi. I tre renziani proseguono augurandosi che Roberto Mei, il candidato sindaco forzista appoggiato al primo turno, «mantenga fede all'impegno di contrastare senza esitazione il progetto di Errante».

I risultati del primo turno a Corsico

Stefano Ventura (Pd) ha vinto il primo turno con il 41,10% dei consensi, pari a 6.001 voti. Il Pd, con il 25,78%, è il primo partito di Corsico. Con poco più del 7% ciascuna le liste di centrosinistra Veentura Sindaco e Insieme per Corsico. Filippo Errante ha ottenuto invece il 36,19% pari a 5.284 voti. Nella coalizione del sindaco uscente, la Lega è il primo partito con il 12,76% dei consensi, mentre FdI e Lista Corsico Ideale seguono quasi appaiate intorno all'11% ciascuna.

Il centrodestra si presentava diviso, con due ex assessori di Errante ("azzerati" insieme al resto della giunta dopo il caso dello Stocco di Mammola) a loro volta candidati a sindaco: Roberto Mei, con l'inedita (e oggi impraticabile altrove) alleanza tra Forza Italia e i renziani di Italia Viva), e Giacomo Di Capua, con una sua lista. Il primo ha ottenuto il 7,76%, il secondo il 2,29% e non entrerebbe in consiglio comunale. Di Capua, per il ballottaggio, ha già promesso il sostegno a Ventura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gianluca Vitali, del Movimento 5 Stelle, è invece il terzo candidato sindaco con l'8,15% mentre la civica Maria Carla Rossi si ferma al 2,47%. Ultima la candidata della sinistra radicale, Mara Ghidorzi, con il 2,05%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

  • Coronavirus, ecco la nuova autocertificazione per uscire durante il coprifuoco in Lombardia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento