rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Milanosimuove, partita la campagna referendaria: milanesi chiamati a decidere

In città sono stati affissi i manifesti giganti che invitano i cittadini a firmare per i referendum sulla qualità dell'aria. Alla campagna hanno già aderito politici e personalità della cultura. I dettagli

Una Milano più pulita o, forse, solo bucolica. È quella paventata dai manifesti giganti (6 metri per 3) apparsi in città per invitare alla firma sulla qualità dell'aria. I referendum, come annunciato, sono promossi dal comitato Milanosomuove e dai politici Marco Cappato, Edoardo Croci ed Enrico Fedrighini.

La scorsa settimana, i rappresentanti dell'associazione avevano fatto sapere di voler trasformare Ecopass in una vera e propria tassa senza esenzioni ed esoneri, in modo da incentivare anche il trasporto alternativo. Oggi, invece, il comitato ha lanciato un appello ai milanesi tornati dalle vacanze: "perché sottoscrivano i referendum e contribuiscano direttamente con la loro espressione di volontà a costruire la Milano che vorremmo: una città vivibile e attenta alla salute e all'ambiente".

DOVE FIRMARE - Tutti i giorni dal lunedì al venerdì presso l'Ufficio Elettorale di Milano, via Messina 52, ore 8.30-12.00 e 14.30-15.30; presso la Sede centrale Anagrafe, via Larga 12, orario continuato 8.30-15.30; Negli Uffici Comunali di via Marino 7 (Consiglieri Fedrighini, Montalbetti, Pagliarini).

Si può firmare anche in tutte le delegazioni dei Consigli di Zona del Comune di Milano
zona 1 - via Marconi 2
zona 2 - viale Zara 100
zona 3 - via Sansovino 9
zona 4 - via Oglio 18
zona 5 - viale Tibaldi 41
zona 6 - viale Legioni romane 54
zona 7 - via Anselmo da Baggio 55
zona 8 - via Quarenghi 21
zona 9 - via Guerzoni 38

Dal 2 settembre si possono sottoscrivere i quesiti referendari presso il gazebo di Piazza Lima. Anche a Lampugnano, dal 2 al 22 settembre, si potrà firmare al banchetto di Legambiente ospitato alla festa del PD. Nei prossimi giorni saranno aperti nuovi punti di raccolta adesioni, che si moltiplicheranno in tutta la città nel corso dei "referendum days" programmati per il week-end del 17, 18 e 19 settembre. Gazebo anche presso il Milano Film Festival (Piccolo Teatro - MM2 Lanza) dal 9 al 19 settembre. Il 21 settembre sera, nel corso di un dibattito sulla mobilità sostenibile, Edorardo Croci presenterà i referendum.

I CINQUE QUESITI DEL REFERENDUM - 1) Richiesta di referendum consultivo d'indirizzo per ridurre traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, l'estensione di "ecopass" e la pedonalizzazione del centro.
2) Richiesta di referendum consultivo d'indirizzo per raddoppiare gli alberi e il verde pubblico e ridurre il consumo di suolo.
3) Richiesta di referendum consultivo d'indirizzo per conservare il futuro parco dell'area EXPO

4) Richiesta di referendum consultivo d'indirizzo per il risparmio energetico e la riduzione della emissione di gas serra.
5) Richiesta di referendum consultivo d'indirizzo per la riapertura del sistema dei Navigli milanesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milanosimuove, partita la campagna referendaria: milanesi chiamati a decidere

MilanoToday è in caricamento