rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica Stazione Centrale / Via Fabio Filzi

Scola in consiglio regionale: "Immigrati, una potenzialità"

E il Movimento 5 Stelle protesta: "Questa è un'istituzione laica, niente lezioni spirituali". Ed esce dall'aula

Il cardinale Angelo Scola è in visita il 4 febbraio al consiglio regionale della Lombardia. La visita di Scola aveva creato non poche polemiche soprattutto da parte dei consiglieri del Movimento 5 Stelle che avevano annunciato che sarebbero usciti dall'aula per difendere la laicità dell'istituzione regionale. E così hanno fatto.

"Non protestiamo contro il cardinale, bensì contro un presidente del consiglio regionale che consente l'utilizzo di un aula istituzionale laica, preposta a legiferare per i cittadini, per finalità spirituali che ben si sarebbero potute rappresentare in una delle numerose sale congressi del palazzo Pirelli. Così si toglie tempo e spazio alle numerose esigenze dei cittadini che ci chiedono di fare il nostro dovere e non di ascoltare lectio magistralis durante il tempo riservato al lavoro", ha motivato su Facebook la consigliera 5 Stelle Iolanda Nanni postando una foto del gruppo mentre segue dalla diretta televisiva e fuori dall'aula l'intervento del cardinale.

Prima che Scola parlasse, il presidente dell'aula Raffaele Cattaneo ha negato intenti "confessionali": "E' ben chiaro a tutti noi che questa è una istituzione laica e nessuno rincorre confessionalismi. Scola non è qui per una malintesa confusione di ruoli".

IMMIGRATI - Tra i temi toccati dal cardinale, quello sull'immigrazione. Gli stranieri sono - secondo Scola - una potenzialità, tuttavia in Lombardia vi sono "vere e proprie resistenze". Un paradosso, quello dell'apertura alla dimensione internazionale e contemporaneamente delle resistenze "con cui affrontiamo la realtà, destinata a crescere, dell'immigrazione nelle nostre terre". Il cardinale ha parlato di una "contraddizione" tra la capacità di aprirsi a mercati lontani anche dal punto di vista culturale e l'incapacità di "affrontare equilibrate politiche di integrazione".

L'APPELLO - L'arcivescovo di Milano ha quindi rivolto un appello ai consiglieri regionali, affermando che "gli immigrati sono una potenzialità ma dobbiamo tradurre questo percorso di meticciato di civiltà in una possibilità effettiva".

M5s e SCOLA - A fine incontro i consiglieri 5 Stelle sono rientrati in aula per salutare il cardinale. "Gli abbiamo detto che non siamo contro la chiesa ma ci teniamo che venga salvaguardato un luogo come questo in uno Stato laico", ha riferito poi la capogruppo Paola Macchi. "Il cardinale ci ha ringraziati perché siamo andati a parlargli di persona - ha proseguito - e a spiegargli la nostra posizione".

I consiglieri 5 Stelle fuori dall'aula (foto Nanni, Fb)

5 stelle ufficio scola-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scola in consiglio regionale: "Immigrati, una potenzialità"

MilanoToday è in caricamento