Politica

Palazzo Isimbardi, il bilancio “buca”: manca il numero legale

Nulla, per mancanza del numero legale di Consiglieri, la prima seduta del Consiglio provinciale per discutere il bilancio di previsione 2010. Il capogruppo Pd, Matteo Mauri: “Ennesima figuraccia del centrodestra”

Si è risolta in un nulla di fatto la seduta di Consiglio provinciale di ieri, convocata per discutere del bilancio di previsione 2010. La seduta è stata dichiarata non valida per mancanza del numero legale di Consiglieri in aula. Il capogruppo del Pd, Matteo Mauri, che già aveva sollevato perplessità e accuse in settimana, ha parlato di “Ennesima figuraccia del centrodestra”. In aula si sono invece presentati un centinaio di dipendenti della Provincia che hanno protestato preoccupati per il mancato stanziamento di fondi per l'AFOL (Agenzia di Formazione della Provincia) e per il trasferimento di 300 lavoratori alla Provincia di Monza che ha già annunciato esuberi. “Speriamo - ha concluso Enrico Marcora (Udc) - che lunedì al tavolo con i sindacati la Provincia dia risposte celeri e concrete sul futuro di 2000 dipendenti”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Isimbardi, il bilancio “buca”: manca il numero legale

MilanoToday è in caricamento