rotate-mobile
Politica

Area C, Croci e Fedrighini spingono: si applichino i referendum

Secondo i promotori del comitato referendario è ora di rendere strutturale Area C e di scrivere i nuovi piani della mobilità e del traffico. Cappato: "Si eviti il tunnel di carte bollate"

Edoardo Croci, Marco Cappato ed Enrico Fedrighini tornano mercoledì sul tema Area C. I tre promotori dei referendum ambientali chiedono proprio di tornare ai quesiti referendari per ribadire l'importanza della congestion charge e contemporaneamente la sua trasformazione per aderire alle richieste che i milanesi hanno votato. Per Edoardo Croci, Area C "deve essere trasformata in un provvedimento strutturale e permanente". Tra le sue proposte, quella di offrire ai gestori di autorimesse la possibilità di convertire alcuni dei posti a rotazione in box privati. E Marco Cappato, unico dei tre a essere anche in consiglio comunale, ha specificato che la sopsensione "deve essere un'opportunità per rilanciare Area C, evitando un tunnel di carte bollate".

Più articolata la posizione di Enrico Fedrighini, per il quale bisogna iniziare a parlare di "Area M come Milano": "Area C - ha spiegato in una nota - ha efficacia se diventa motore del progressivo cambiamento della mobilità cittadina, oltre i ristretti confini dei Bastioni". Secondo il consigliere di zona 8 dei Verdi, occorre "trasformare tante idee e iniziative in una visione organica e coerente", attraverso quei piani della mobilità e del traffico che secondo il Consilgio di Stato "appaiono da tempo scaduti".

"Come verrà estesa - continua Fedrighini - la futura area soggetta a pedaggio? In che tempi? Con quali procedure? Quali e quante risorse economiche verranno stanziate per l'indispensabile potenziamento dell'Atm e della ciclabilità?". Secondo Fedrighini, "un nuovo piano non può servire solo a superare le osservazioni formali del Consiglio di Stato, serve principalmente a ridisegnare la città che vogliamo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Area C, Croci e Fedrighini spingono: si applichino i referendum

MilanoToday è in caricamento