Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Corruzione, "repulisti" di Forza Italia: nominati i commissari a Varese e Milano

Saranno il senatore Caliendo e la deputata Rossello

Mariastella Gelmini

Era inevitabile che Forza Italia si riorganizzasse in fretta, in Lombardia, dopo la bufera degli arresti per tangenti e corruzione che hanno colpito, tra gli altri, Fabio Altitonante (sottosegretario in Regione) e Pietro Tatarella (consigliere comunale a Milano). Tatarella in particolare è anche vice coordinatore regionale degli "azzurri". 

Le province di Milano e Varese sono quelle "attenzionate" da Mariastella Gelmini, ai vertici del partito lombardo. La prima perché luogo "privilegiato" d'azione della "cricca" dell'imprenditore Daniele D'Alfonso, di cui Tatarella era di fatto a libro paga come consulente per 5 mila euro al mese più diversi benefit; la seconda perché, al di là dell'ufficialità, in Forza Italia il coordinatore di fatto era Nino Caianiello, considerato dagli investigatori il centro di tutto il sistema corruttivo (e di nomine) scoperchiato.

La "prova del nove" arriva dalle dichiarazioni rilasciate ai magistrati da Attilio Fontana, governatore della Lombardia, indagato per abuso d'ufficio per avere dato un incarico al socio di studio Luca Marsico, ex consigliere regionale di Forza Italia. Fontana ha asserito che per lui parlare con Caianiello era doveroso proprio perché questi era di fatto responsabile di Fi a Varese.

Di qui la decisione: secondo la nota del coordinamento regionale, Forza Italia ha due commissari che si occuperanno di Varese e Milano. A Varese (provincia) l'ex magistrato Giacomo Caliendo, ora senatore, e a Milano (città) Cristina Rossello, avvocato e deputata. "Abbiamo davanti a noi - scrive la Gelmini - due settimane cruciali perché sono i giorni in cui si ragiona su come votare, su chi votare e noi ci siamo. Andiamo avanti a testa alta verso il voto del 26 maggio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione, "repulisti" di Forza Italia: nominati i commissari a Varese e Milano

MilanoToday è in caricamento