Zambretti aveva promesso la casa popolare per l'amante del boss

L'assessore arrestato prometteva favori alla 'Ndrangheta. Era vittima diventato ricattabile e doveva accettare le loro condizioni

Domenico Zambetti

Tra i vari favori promessi agli uomini della 'ndrangheta dall'assessore regionale lombardo, Domenico Zambetti, arrestato a Milano, c'é anche l'interessamento per "il rinnovo del contratto di parrucchiera per la sorella" di Eugenio Costantino, presunto affiliato, e "l'assegnazione di una casa Aler in favore della sua amante". Zambetti nell'ordinanza del gip Santangelo viene anche indicato con l'alias "Mimmo", proprio come i presunti 'ndranghetisti che a fianco al nome hanno un nomignolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

  • Milano, scuola e covid: 4 bimbi positivi, tutte le classi in isolamento (più una educatrice)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento