Politica

Autonomia, "tradita aspettativa dei lombardi". Al convegno degli "eretici" anche il leghista Fava

Il convegno organizzato dall'ex leghista Bevilacqua. Si chiede autonomia "non a costo zero per lo Stato"

Il convegno

Molte persone al convegno su autonomia e federalismo organizzato dal Comitato Rete 22 Ottobre per l'Autonomia, che si è tenuto il 19 giugno a Milano. Tra gli altri hanno partecipato Gianni Fava, dell'area "autonomista" della Lega, ex assessore regionale all'agricoltura, Giancarlo Pagliarini, ex esponente della Lega così come Davide Boni, anche lui presente, che ora coordina Grande Nord in Lombardia, e poi Marco Bassani, docente di storia del pensiero politico e allievo di Gianfranco Miglio.

Bevilacqua: "Lascio la Lega, tradita l'autonomia"

"E' un primo passo per ribadire tutti insieme, pur nel rispetto delle varie identità, che il raggiungimento di un'autonomia chenon sia 'a costo zero per lo Stato' come più volte ribadito dal governo giallo-blu, ma che invece preveda autonomia impositiva e introduzione dei fabbisogni standard, non sia più procrastinabile", commenta Gianantonio Bevilacqua, presidente del comitato.

"Autonomia impositiva e introduzione di fabbisogni standard - conclude Bevilacqua - servono a recuperare almeno la metà dell'enorme residuo fiscale, che per la Lombardia ammonta a circa 56 miliardi di euro all'anno, a copertura delle maggiori competenze richieste come previsto dalla Costituzione. E' necessario dare un seguito alle aspettative, ad oggi deluse, di tre milioni di lombardi che il 22 ottobre 2017 hanno votato per l'autonomia della Regione. La voglia di provarci c'è tutta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomia, "tradita aspettativa dei lombardi". Al convegno degli "eretici" anche il leghista Fava

MilanoToday è in caricamento