Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Il nuovo assessore Guido Bardelli ha rinunciato alle sue quote in Ammlex

La decisione di Bardelli dopo la nomina ad assessore (e le polemiche che ne sono seguite)

Il nuovo assessore milanese alla casa, l'avvocato Guido Bardelli, ha già comunicato e formalizzato il recesso da Ammlex, lo studio di avvocati amministrativisti è founder e partner, con la conseguente cessione delle quote della struttura associativa in suo possesso. 

I partner di Ammlex "ringraziano vivamente l'avvocato Guido Bardelli per la passione, l'amicizia e la competenza dimostrata in questi anni di comune attività e crescita professionale e sono certi che saprà dare un contributo altrettanto significativo di idee e azioni concrete nella nuova veste istituzionale che andrà a ricoprire", si legge in una nota. Al contempo Ammlex "continua a operare per raggiungere gli obiettivi sfidanti che lo studio si è posto negli anni attraverso una squadra di soci e collaboratori di grande qualità e competenza e di esperienza pluriennale, capaci di rispondere alle diverse esigenze della propria clientela", hanno concluso gli ormai ex colleghi del neo assessore meneghino. 

Bardelli entrerà in giunta al posto di Pierfrancesco Maran, ancora in attesa di sapere se verrà eletto al Parlamento europeo. Il sindaco Beppe Sala ha spiegato di aver scelto l'avvocato, estraneo al mondo politico, sulla base dei principi di competenza ed etica, e poi è entrato nel merito di quello che si aspetta da lui con la delega alla casa. "Quello che lui dovrà fare è diverso dalla gestione delle case popolari. A Milano c'è una mancanza di abitazione a prezzo basso per la popolazione che sta un po' più su rispetto a chi cerca residenze in case popolari. È un ruolo che fa molto il privato, ma dobbiamo valutare velocemente quello che possiamo fare noi come pubblico".

"Possiamo immaginare qualche forma di partnership coi privati? Possiamo immaginare di fare noi case?", ha detto ancora Sala. "Ho provato e sto provando una via per dare una spinta forte. Credo sia veramente il problema numero uno, perché sul problema dell'ambiente e della mobilità si va avanti rispetto a un'idea già costruita. Il tema della sicurezza c'è sempre stato e ci sarà. Invece il tema della casa oggi non è sufficientemente indirizzato, e avevo bisogno di una persona di grande profilo", ha concluso ufficializzando la sua scelta. 

Il nome di Bardelli ha comunque già spaccato palazzo Marino. Se alcuni consiglieri comunali del Pd si sono espressi dichiaratamente contro la nomina dell'avvocato, dal Pd milanese è arrivato un comunicato più pacato, firmato dal segretario Alessandro Capelli, che pure sottolinea che "avremmo fatto scelte diverse", ma promette che "lavoreremo per essere sempre più determinati nella costruzione dell'indirizzo politico della città sulla base dei nostri valori", sottolineando che "su casa e abitare si registra un tema di accessibilità alla città e di giustizia sociale", su cui "il centrosinistra è opposto alla destra" in Regione Lombardia e al governo. La Lega ha invece espresso apprezzamento per la decisione del sindaco. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo assessore Guido Bardelli ha rinunciato alle sue quote in Ammlex
MilanoToday è in caricamento