rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica Bareggio

Bareggio, sfora il patto: sindaco con lo stipendio tagliato

“Il mese di aprile percepirò 1.100 euro, come un mio dipendente di sesto livello”. Sono le parole del sindaco Monica Gibillini, oggi a San Babila con i colleghi lombardi. “Abbiamo sforato il patto per garantire l'apertura di una scuola”. E lo Stato sanziona l'amministrazione

Ha ritenuto prioritario investire nella manutenzione di una scuola dell'infanzia, il sindaco di Bareggio, un comune del milanese e per questo ha sforato il patto di stabilità, andando oltre i limiti di spesa e di investimento imposti dal Governo agli enti locali. L'Ansa, al sit-in dei sindaci lombardi di questa mattina, ha raccolto la sua testimonianza.

  Gli emolumenti sono stati ridotti del 30%  


Il sindaco, Monica Gibillini, adesso dovrà fare i conti con le sanzioni che strozzano i già esigui finanziamenti statali al suo comune.  "L' anno scorso - ha affermato Gibillini, eletta con il Pdl - il mio Comune non ha rispettato il patto di stabilità per circa 2milioni perché abbiamo deciso di garantire la riapertura di una scuola materna. Ora il nostro bilancio è ancora più strozzato per via delle sanzioni che hanno ridotto i già esigui trasferimenti dallo Stato".

Ma tra le penalità per il mancato rispetto degli obblighi contabili, la Giunta guidata da Gibillini si è vista anche tagliare di un 30% tutti gli emolumenti. "Il mese di aprile - ha osservato Gibillini - io percepirò 1.100 euro, come un mio dipendente di sesto livello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bareggio, sfora il patto: sindaco con lo stipendio tagliato

MilanoToday è in caricamento