Lega, Belsito condannato anche in Appello: diffamò Maroni, gli deve 100 mila euro

La condanna in primo grado confermata. Ma i legali: "Ricorreremo in Cassazione"

Belsito

L'ex tesoriere della Lega Francesco Belsito è stato condannato dalla corte d'Appello a sei mesi di reclusione e 100 mila euro di provvisionale per Roberto Maroni, ex governatore della Lombardia. L'Appello ha confermato così la condanna in primo grado: Belsito era a processo per diffamazione nei confronti di Maroni per avere dichiarato, nel 2012 in una dichiarazione pubblicata da "Panorama", che l'ex ministro dell?interno avrebbe ricevuto una tangente da 54 milioni di dollari per una commessa in Libia.

La sentenza d'Appello conferma come detto quella di primo grado del 2017. Secondo i legali dell'ex tesoriere, Belsito non avrebbe autorizzato la pubblicazione delle sue dichiarazioni e nella registrazione delle stesse non vi sarebbe la parola "tangente": gli avvocati hanno annunciato un ricorso in Cassazione contro la condanna.

La reclusione è sospesa mentre la provvisionale è dichiarata immediatamente esecutiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, la metro cresce ancora: dal governo arrivano i soldi per prolungare la linea rossa

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

Torna su
MilanoToday è in caricamento