Sabato, 16 Ottobre 2021
Politica

Sala: "Sì a più moschee, non una sola grande. Come voto? Mi do 7"

Un primo bilancio del primo cittadino a margine di un evento domenica

Il sindaco Beppe Sala, domenica, è tornato a parlare della questione della moschea a Milano, impantanata da mesi. "Si', il consiglio comunale prendera' in esame la questione della nuova moschea, naturalmente i luoghi di culto vanno realizzati, la nostra visione e' che e' meglio piu' di una struttura di medie dimensioni che una sola enorme", ha detto a margine di Panorama d'Italia, una serie di incontri ed eventi a Milano.

"Naturalmente vanno realizzati garantendo la sicurezza", ha aggiunto, "siamo disponibilissimi ma la sicurezza prima di tutto". Poi Sala ha confermato che incontrera' il Dalai Lama, mentre la scelta del luogo non e' ancora chiusa, "ma probabilmente all'aeroporto piu' che a Palazzo Marino per una questione di praticita'".

"Come voto per il primo quadrimestre? Direi un 7, e spero di non essere considerato troppo generoso". Così il sindaco ha accettato lo scherzo dell'autovalutazione visto che in settimana, il 19 ottobre, si compiono i quattro mesi dall'elezione. Ai cittadini e ai giornalisti che gli chiedevano risposte su migranti, lavoro e disabili, il sindaco di Milano, parlando in pubblico in piazza San Babila all'inaugurazione dell'evento, non ha lesinato informazioni.

"Sui migranti occorre un piano nazionale, il Paese continua ad essere in grande tensione, oltretutto il bel tempo fa continuare gli arrivi. Noi come Milano a inizio novembre apriremo il centro di Montello, con la garanzia che accolga 300 migranti con le connesse misure di sicurezza, e che l'utilizzo della struttura duri 14 mesi, questo lo garantisco. Inizieremo nei prossimi giorni a far lavorare un gruppo di migranti all'Idroscalo, in un percorso di integrazione che serva anche a far capire chi ha i titoli per restare. Del resto i tedeschi, che in queste materie sono molto bravi, fanno cosi': tre mesi di prima accoglienza, poi sei in un lavoro che serva anche a studiarne attitudini e capacita', e poi si tirano le somme su diritti e bisogni".

Sala ha poi parlato delle periferie e del lavoro: "E' clamoroso che Milano abbia superato Roma per arrivi di business e di turismo, ma questo fenomeno e' virtuoso e porta lavoro per tutti. Naturalmente c'e' anche una Milano meno fortunata ma stiamo lavorando sodo per migliorare le cose. Abbiamo iniziato dal Giambellino, dove grazie a un piano condiviso con la Regione investiremo 95 milioni per una complessiva e decisiva riqualificazione del quartiere. Ne abbiamo dato l'annuncio in un'assemblea pubblica l'altra sera proprio li'. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala: "Sì a più moschee, non una sola grande. Come voto? Mi do 7"

MilanoToday è in caricamento