Politica

Berlusconi, sì alla liberazione anticipata: c'è lo sconto di pena

Il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano ha accettato l'istanza dei legali dell'ex Cav. Dall'otto marzo Berlusconi sarà libero

Silvio Berlusconi (Foto da Infophoto)

Dovrà salutare i "suoi" anziani. E dovrà farlo in anticipo rispetto alle previsioni. Il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Beatrice Crosti, ha concesso la liberazione anticipata di quarantacinque giorni a Silvio Berlusconi, che sta scontando ai servizi sociali l'anno di pena residua per la condanna nel caso Mediaset.  

L'istanza, alla quale la Procura si era opposta, era stata presentata dai legali del leader di Forza Italia nelle scorse settimane e lunedì mattina è stata accolta dal Tribunale di Milano. 

Il fine pena per l'ex Cavaliere, quindi, dovrebbe arrivare l'otto marzo prossimo. Berlusconi, infatti, avrebbe dovuto concludere la sua esperienza a Cesano Boscone, dove si trova il centro di anziani presso il quale sta prestando servizio, il prossimo ventitré aprile. Ma, detraendo da questa data i quarantacinque giorni di "sconto", la libertà per il leader di Forza Italia arriverà nel giorno della festa delle donne. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi, sì alla liberazione anticipata: c'è lo sconto di pena

MilanoToday è in caricamento