Politica

"Per sala le periferie sono uno spot elettorale", ha detto Bernardo

Secondo Luca Bernardo le periferie di Milano meritano più attenzione: "C'è un disagio giovanile sempre più diffuso"

Si infiamma la campagna elettorale di Milano. Dopo le piste ciclabili la discussione si è spostata sui quartieri decentrati. "Credo che alla fine" per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, le periferie "siano state solo un pensiero fuggevole, uno spot da campagna elettorale". Lo ha detto Luca Bernardo, candidato sindaco per il centrodestra a Milano, dopo il sopralluogo a Rogoredo di avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì 22 luglio.

"Al di là di tagliare i nastri delle opere pensate dal centrodestra, non ci sono risultati. Noi invece insieme li portiamo, perché applicheremo un metodo: prevenzione a 360 gradi e presidi ovunque. La sicurezza è un diritto di tutti perché riguarda la vita", ha continuato. Bernardo ha spiegato di aver visto "cose inaccettabili nel 2021 in una città come la nostra. Realtà già a mia conoscenza di milanese che vive qui e di medico che per anni ha affrontato temi come il bullismo, le tossicodipendenze". 

Per il candidato di centrodestra "servono anche iniziative strutturate, politiche attive da parte di chi è eletto per governare la città perché si possa aiutare chi non ha più un tetto, un lavoro, cibo". In città "c'è un disagio giovanile sempre più diffuso che va risolto con campagne educative fatte in sinergia con tutti gli attori del sociale, a partire dal mondo dell'associazionismo con cui lavoro da anni che è favoloso. Ma servono azioni vere per portare i ragazzi fuori dalla droga, che a Rogoredo regna. Non rapide comparsate elettorali", ha concluso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Per sala le periferie sono uno spot elettorale", ha detto Bernardo

MilanoToday è in caricamento