Politica Duomo / Piazza della Scala, 6

Ecco i politici che sono andati gratis ai concerti a San Siro

"Gettonati" particolarmente i Coldplay, meno gradito ai consiglieri e assessori Davide Van de Sfroos

I Coldplay a San Siro (foto Twitter/Rosyperchi)

486 biglietti in totale per i concerti di San Siro dell'estate 2017 ai 48 consiglieri comunali in carica. Che hanno diritto a due biglietti a testa per ogni evento, in forza della convenzione d'uso tra il Comune di Milano (proprietario dello stadio) e la società di gestione, partecipata al 50% da Milan e Inter. Ma, contrariamente al passato, devono farne espressa richiesta. Il gabinetto del sindaco ne ha chiesti 56, i dodici assessori 72, il sindaco Giuseppe Sala nemmeno uno. Sono stati invece 110 i biglietti gratis chiesti dai nove presidenti di Municipio.

I concerti più "gettonati"

Una data di Davide Van de Sfroos, tre date di Tiziano Ferro, una dei Depeche Mode e due dei Coldplay. Questi i concerti di fine giugno e inizio luglio al Meazza. Tra i consiglieri comunali "vincono" nettamente le due date dei Coldplay, con 76 e 78 richieste, mentre sono 62 le richieste per Van de Sfroos. Tra i presidenti di Municipio vanno forte anche i Depeche Mode: 18 richieste (en plein, dunque) così come per la seconda data dei Coldplay. Vincono i Depeche Mode (22 richieste) tra gli assessori. 

Salvini e Forza Italia: i consiglieri che hanno chiesto tutti i biglietti gratis

Ecco chi ha chiesto tutti i biglietti possibili (due a testa per sette concerti). Tra i consiglieri comunali, ben 27 su 48, quindi anche con "doppie e triple" date (Coldplay e Ferro). Spicca il gruppo di Forza Italia dove, a fronte di Mariastella Gelmini che non ne ha chiesto nemmeno uno, tutti gli altri consiglieri li hanno chiesti tutti: Luigi Amicone, Gianluca Comazzi, Alessandro De Chirico, Fabrizio De Pasquale, Luigi Pagliuca, Silvia Sardone e Pietro Tatarella.

Matteo Salvini (uno dei meno "stakanovisti" in quanto a presenze in aula) è un altro dei 27 che hanno chiesto ticket per ognuna delle date, così come il capogruppo leghista Alessandro Morelli. Due su quattro. Matteo Forte e Manfredi Palmeri (di Milano Popolare e della Civica di Parisi) hanno anche loro chiesto tutti i biglietti disponibili. 

A sinistra abbiamo l'en plein totale per Sinistra x Milano, con entrambi i consiglieri a quota 14 (Paolo Limonta e Anita Pirovano), in compagnia di Basilio Rizzo (Milano in Comune) e di dodici consiglieri del Pd su ventuno: Alice Arienta, Paola Bocci, Bruno Ceccarelli, Arianna Censi, Simonetta D'Amico, Diana De Marchi, Roberta Osculati, Carmine Pacente, Rosario Pantaleo, Laura Specchio, Natascia Tosoni e Angelica Vasile. Due su cinque, infine, i consiglieri con 14 ticket per la Lista Sala: Enrico Marcora ed Elisabetta Strada.

Cinque presidenti di Municipio su nove hanno chiesto tutti i biglietti disponibili: Fabio Arrigoni (Municipio 1), Caterina Antola (3), Paolo Bassi (4), Alessandro Bramati (5) e Marco Bestetti (7). Tra gli assessori, solo due su dodici (la vice sindaco Anna Scavuzzo e Carmela Rozza) hanno chiesto 14 biglietti. 

Biglietti gratis: ecco chi non ne ha chiesto nemmeno uno

Chi, invece, non ha chiesto nemmeno un biglietto? Cominciando dagli assessori, quattro di loro (Filippo Del Corno, Lorenzo Lipparini, Pierfrancesco Majorino e Cristina Tajani) non hanno chiesto alcun biglietto di quelli disponibili. Tra i presidenti di Municipio tutti ne hanno chiesto almeno uno (anzi, il minimo è 6 tagliandi per Santo Minniti).

Pochi i consiglieri comunali che non hanno usufruito dei biglietti: uno solo nel Pd (Carlo Monguzzi), così come in Forza Italia (Mariastella Gelmini), poi Stefano Parisi (già candidato sindaco di centrodestra) e tutti e tre i consiglieri del Movimento 5 Stelle (Simone Sollazzo, Gianluca Corrado e Patrizia Bedori). 

Associazioni: ecco chi è andato gratis a San Siro

Capitolo a parte quello delle varie associazioni che hanno diritto, come i politici, di chiedere i tagliandi. In tal caso i numeri sono variabili, molte associazioni possono chiederne ben più di due. E rispetto al principio generale, secondo cui molti si chiedono perché i politici debbano assistere gratis ai concerti, qui le cose si "ammorbidiscono" perché in molti casi (non tutti, a dire il vero) si percepisce chiaramente lo "scopo sociale" del fornire biglietti gratis.

Così, per esempio, i centri socio-ricreativi di Milano hanno ricevuto in totale 20 tagliandi per ognuna delle sette serate. Tra le varie associazioni, invece, non ce n'è nemmeno una che ha ricevuto tagliandi gratis per tutti i concerti a San Siro nel 2017. 

Con 24 biglietti, l'Istituto Martinitt Stelline Trivulzio è quello che ne ha ricevuti di più. Seguono con 20 biglietti la Fondazione Abriani (Casa della Carità), i Salesiani di Arese e la Cooperativa Sociale Contina.

Sono in tutto 407 i tagliandi gratuiti andati alle associazioni. E, a titolo di curiosità, stavolta i Coldplay non vincono affatto: "preferiti", invece, Ferro, Van de Sfroos e i Depeche Mode.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco i politici che sono andati gratis ai concerti a San Siro

MilanoToday è in caricamento