Politica

Biglietti gratis ai politici "quasi dimezzati", ma le partite a San Siro fanno ancora gola

I dati di settembre: non c'è più l'automatismo e i biglietti vanno espressamente richiesti. Nessuno dei consiglieri comunali è andato al Piccolo Teatro

Biglietti per San Siro: quelli gratis ai politici sono sempre un "successo"

Ora che non c'è più l'automatismo sui biglietti gratis ai politici per gli eventi a San Siro, alla Scala e in altre istituzioni, ma i consiglieri e gli assessori devono espressamente richiederli, la "partecipazione" si è quasi dimezzata. Ma questa è un media: i dati di settembre 2016, appena dopo le nuove regole, ci dicono che, in realtà, a Palazzo Marino vanno pazzi per le partite di calcio, un po' meno per il resto.

Tanto per dire, nel mese di settembre nessuno ha ritirato i biglietti a disposizione per il Piccolo Teatro (ce n'erano 64) e scarso è stato il successo del Teatro Arcimboldi con quattro biglietti ritirati su trenta. Stessa situazione alla Scala, con 352 biglietti disponibili e 18 utilizzati, ma di cui 12 regalati ad una delegazione algerina.

Tutto il contrario il calcio: per Inter-Juventus, il cosiddetto derby d'Italia, 28 consiglieri comunali su 49 hanno chiesto i due biglietti gratis a testa, e - secondo i dati riferiti da Repubblica - tutti i consiglieri della Lista Sala e di Forza Italia e tutti i leghisti (tranne Salvini). Bene anche Milan-Lazio con 26 richieste. Come al solito, il Movimento 5 Stelle ha rinunciato totalmente ai biglietti gratis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietti gratis ai politici "quasi dimezzati", ma le partite a San Siro fanno ancora gola

MilanoToday è in caricamento