Politica

Comune, manca l'accordo con l'opposizione: bilancio 2011 congelato fino a febbraio

La maggioranza ha votato in consiglio comunale nella notte il provvedimento che fa slittare la discussione sulla manovra di previsione. Il Pdl: "E' colpa dell'opposizione". Adesso la priorità è il Pgt

La discussione sulla manovra di previsione 2011 slitta a metà febbraio.  La decisione presa dalla maggioranza nella notte è dovuta alla mancanza di un accordo con l'opposizione ed alla volontà di dare priorità assoluta al documento di progettazione urbanistica, approvato ieri dalla Giunta che adesso passerà al vaglio del Consiglio comunale. In questo modo la discussione in aula potrà iniziare dalla prossima settimana, mentre il dibattito sul bilancio riprenderà solo nella seconda metà di febbraio.

A far arenare la  discussione sul bilancio il mancato accordo tra maggioranza e opposizione sulla cifra da stanziare per il fondo anti-crisi. "Questa opposizione miope, irresponsabile e autoreferenziale - ha attaccato Carola Colombo (Pdl) - ha preferito rinviare di almeno un mese l'approvazione del bilancio per appuntarsi al petto una medaglia, invece di permettere alla città di lavorare serenamente". Accuse che l'opposizione respinge categoricamente. "Noi non siamo i camerieri della maggioranza - ha replicato Pierfrancesco Majorino (Pd) - e non ci stiamo ad accordi al ribasso: abbiamo chiesto 30 milioni per il fondo anticrisi e soprattutto una svolta nelle politiche di bilancio che non c'é stata". La maggioranza aveva messo sul tavolo della trattativa 7 milioni di euro per il fondo anticrisi, contro i 30 richiesti.


Anche il sindaco di Milano Letizia Moratti attribuisce all'opposizione le responsabilità del rinvio del bilancio comunale 2011, accusando il centrosinistra di essere diviso al proprio interno e incapace di presentare proposte coerenti a supporto delle proprie richieste. "Noi abbiamo sempre dimostrato di essere aperti alle richieste dell'opposizione - ha dichiarato Letizia Moratti - ma non riusciamo a capire che cosa voglia, perché prende posizioni differenti un giorno dall'altro". "Sono rimasta molto sorpresa da questa sospensione - ha proseguito Letizia Moratti - perché noi abbiamo proposto un pacchetto molto importante di misure anticrisi e rispetto a questo c'é stata una sostanziale divisione all'interno dell'opposizione, anche con richieste strane perché hanno chiesto un aumento dei dividendi, quando fino all'altro giorno ci veniva detto che non dovevamo chiederne". "Non si riesce a capire con che logica chiedano, senza poi proporre modalità con le quali si possano gestire effettivamente le richieste. Mi dispiace - ha concluso il sindaco - perché noi avevamo un pacchetto anticrisi importante che per colpa dell'opposizione siamo costretti a posticipare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, manca l'accordo con l'opposizione: bilancio 2011 congelato fino a febbraio

MilanoToday è in caricamento