Politica

Apre il blog "Il favoloso mondo di Nicole" su Affaritaliani: e giù di insulti

Nicole Minetti, consigliere regionale coinvolto nel caso Ruby, apre un blog di società e costume su Affaritaliani.it: nei commenti del sito piomba una quantità inusitata di insulti per la 25enne

"Perchè urlare che “le donne sono diverse” se abbiamo lottato per la parità dei sessi? Suona come un’incoerenza". Parte così, con una riflessione "contro" la manifestazione di domenica in tutte le piazze italiane per la dignità delle donne, il primo post del blog di Nicole Minetti, 25enne consigliere regionale, su Affaritaliani.it. Sono le 16.30 di lunedì 14 febbraio. Il diario si chiama "Il favoloso mondo di Nicole".

CONTRO LE DONNE DI "SE NON ORA, QUANDO?" - Poche le righe che presentano la rubrica. Due parole scarne, in cui si dice che la Minetti "collaborerà sui temi dell'attualità e del costume". La prosa è elegante, un po' arzigogolata ma efficace. Da professionista, il che fa pensare - almeno nella revisione - a un ghost. La Minetti ce l'ha con le donne in piazza per "Se non ora, quando?". Chiede loro di fermarsi, di ragionare, di riflettere: "È visibile il fraintendimento: vogliamo affermare il potere delle donne dimenticando la nostra femminilità? La bellezza non è una qualità minore, ma un punto di forza (...) Si dice “quello che seduce spaventa”, vero, ma non cadiamo nella trappola di chi se ne è accorto e ha cercato di annientare questa energia, facendola addirittura diventare un difetto, mortificandola. Non cediamo alla banale uniformità bella/stupida, è un risultato parziale".

GLI INSULTI - Insomma, si può essere belle senza essere necessariamente stupide. Donne in tutto e per tutto senza essere necessariamente succubi del sesso forte. L'ingenuità-intelligente di Amelie è l'immagine che accompagna il post. Ovviamente, apriti cielo. Nei commenti si scatena il putiferio. Continuano a fluire, incessanti, anche due giorni dopo.

"P... A" - La maggior parte sono di insulti. "P... a" è senza dubbio la parola che ricorre più spesso. Qualcuno abbozza a una timida difesa della Minetti, ma è un rincorrersi di sfottò non propriamente evangelici. C'è chi parla di Papi, di "flaccido", di "Arcore", di "membri", di "servigi", eccetera. Il tenore è quello. Per tanti, con quello scranno in Regione, "la meritocrazia è stata uccisa". E così, di commento in commento. A gongolare, senza dubbio, gli amministratori del sito, con un blog-bomba mai così azzeccato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre il blog "Il favoloso mondo di Nicole" su Affaritaliani: e giù di insulti

MilanoToday è in caricamento