rotate-mobile
Politica

Indagine su Boni: le prime pagine dei giornali di mercoledì

Molti quotidiani aprono con l'indagine sulle tangenti che sarebbero state intascate dal presidente del consiglio regionale Davide Boni. Ma su "La Padania", organo della Lega, nemmeno una virgola in prima

La vicenda di Davide Boni diventa nazionale: il presidente del consiglio regionale è un uomo di punta del Carroccio e i quotidiani italiani gli dedicano almeno un titolo visibile in prima pagina, se non l'apertura. "Lombardia, le tangenti della Lega" titola Repubblica. A tutta pagina L'Unità: "Capolinea Formigoni". Il Giornale mantiene la linea garantista. Se il titolo è "Lega ladrona", il sottotitolo parla chiaro: "I lumbard nel tritacarne della procura di Milano". Ma sempre nel sottotitolo si dà evidenza alle dichiarazioni di Alfano, segretario del Pdl: "Alle elezioni non saremo alleati". E il Corriere della Sera evidenzia il momento difficile della Lega Nord: "Lo scandalo che scuote la Lega". E il Fatto Quotidiano: "Padania ladrona". Il fondo di Peter Gomez parla chiaro: "Uno scandalo nazionale".

Libero non apre con le tangenti a Boni, ma con la polemica sui marò italiani detenuti in India. Tiene un basso profilo sulla vicenda del politico leghista: "Un altro pirla nella Lega", in riferimento ad Alessandro Patelli, vent'anni fa immischiato in questioni di tangenti quand'era segretario amministrativo del Carroccio e fu, appunto, definito "pirla" da Bossi. Ce n'è però anche per il "senatur": un editoriale di Gianluigi Paragone titola "Il capolinea del Senatur", con chiara evidenza ai guai interni al partito (la divisione in fazioni e i litigi con Maroni) a cui ora si aggiunge la questione di Davide Boni.

Non aprono con Boni L'Avvenire (che preferisce puntare l'attenzione sui giochi d'azzardo) e Il Sole 24 Ore (che si focalizza sulle Borse in perdita), ma entrambi dedicano a Boni un richiamo in prima pagina. Il Resto del Carlino apre non tanto su Boni quanto su Bossi, con un emblematico "Ora basta". Il riferimento è alle dichiarazioni del leader del Carroccio su Monti, che "rischia la vita". Viene evidenziato come questa espressione non sia stata apprezzata dalla base. Nella foto-notizia è però richiamata la vicenda di Boni, e il giornale dedica poi le prime pagine interne alla Lega Nord.

Anche Il Manifesto non apre con Boni, bensì con le polemiche sul corteo della Fiom a cui hanno aderito i no-Tav ma non il Partito democratico. A Boni è dedicato un titolo a mezza pagina ("La tangentopoli della Lega: Formigoni perde altri pezzi).

Infine la Padania, l'organo ufficiale della Lega Nord: in prima pagina non c'è nemmeno un accenno all'indagine sul presidente del consiglio regionale lombardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine su Boni: le prime pagine dei giornali di mercoledì

MilanoToday è in caricamento