rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Politica

«Adesso hanno parecchia caga»

Intercettazioni tra la dirigente della Lega e il tesoriere indagato

"Renzo Bossi e la sua fidanzata, Silvia Baldo, (...) sono stati insieme alla sede della Lega di via Bellerio e si sono portati via i faldoni della casa (ristrutturazioni?) per timore di controlli, visto il periodo critico".

E' quanto annotano gli investigatori in un atto dell'inchiesta sull'ex tesoriere. I timori dei controlli - la sede della Lega Nord di Milano di via Bellerio è sotto inchiesta per irregolarità nei rimborsi elettoriali - che hanno indotto Renzo Bossi, figlio di Umberto, a portare via i faldoni della casa, probabilmente relativi a lavori di ristrutturazione, emergono da una telefonata del 12 febbraio scorso tra Francesco Belsito e la dirigente amministrativa di via Bellerio, Nadia Dagrada.

La Dagrada infatti dice: "Ecco, quella lì, sono venuti a prendere, Renzo e la fidanzata, tutti faldoni da via Bellerio (sede della Lega Nord a Milano) e li hanno portati via". Belsito: "Ho capito". Dagrada: "Quindi adesso c'hanno parecchia caga". Belsito: "Uhm, però nella caga capisci che l'altro deficiente ci va a nozze".

Dagrada: "Infatti, è per questo che ti sto dicendo, visto che comunque lei (Manuela Marrone, moglie di Umberto) di ascendente ce n'ha, dire adesso che questi, che cavolo Castelli c'é da tenerlo d'occhio, sta cercando di scatenare, sotto, sotto, un casino che tutti che vogliono andare a vedere i conti, che vogliono andare a vedere i documenti e questa sarebbe la fine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Adesso hanno parecchia caga»

MilanoToday è in caricamento