rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Il fatto

E' caduta la giunta di centrodestra di Cologno Monzese

Il 4 luglio il prefetto di Milano ha disposto il commissariamento. Alcuni consiglieri di maggioranza facevano continuamente mancare il numero legale e non si riusciva ad approvare il bilancio

Cologno Monzese non ha più un sindaco ma un commissario. Il 4 luglio 2022 è caduta la giunta di centrodestra guidata dal leghista Angelo Rocchi. Il prefetto di Milano, Renato Saccone, ha nominato il commissario Lydia Andreotti Loria che guiderà il municipio traghettandolo fino alle prossime elezioni che, presumibilmente, si terranno nella primavera del 2023, insieme alle regionali e alle politiche.

Il prefetto aveva concesso all'amministrazione una proroga di 20 giorni, fino al 3 luglio, per approvare il bilancio consuntivo. Venerdì era stata chiesta un'ulteriore proroga ma, da corso Monforte, lunedì 4 non è stata concessa, a poche ore dall'ennesima seduta di consiglio comunale che, a questo punto, non è nemmeno iniziata.

Da qualche mese, alcuni consiglieri della Lega (lo stesso partito del sindaco) tengono sotto scacco l'amministrazione e disertano il voto sul bilancio. Una crisi legata soprattutto ai ruoli degli assessori all'interno della giunta, acuitasi con il rimpasto deciso da Rocchi qualche giorno fa, con cui sono state tolte deleghe importanti all'assessora Dania Perego, 'pezzo da 90' della Lega locale, moglie del consigliere regionale Riccardo Pase, e al collega Fabio Della Vella, entrambi leghisti, in favore di Daniela Dattilo (Noi con Rocchi) e Giuseppe Di Bari (Cologno nel Cuore). Un rimpasto però non ufficializzato con la controfirma di tutti gli interessati.

Per la seduta del 4 luglio, cinque consiglieri leghisti su sette avevano fatto sapere che non si sarebbero presentati. La seduta sarebbe stata quindi destinata a finire nel nulla, come altre precedenti. Poi lo stop del prefetto.

Le elezioni nel 2020: Rocchi aveva stravinto

Angelo Rocchi era stato riconfermato sindaco di Cologno Monzese per il secondo mandato alle elezioni di fine settembre 2020, rimandate di qualche mese per la pandemia covid che aveva impedito di votare in primavera. Sostenuto dalla Lega, da Fratelli d'Italia e da tre liste civiche, Rocchi aveva conquistato il 58,55% dei voti vincendo già al primo turno. La sfidante principale, Alessandra Roman Tomat (centrosinistra), si era fermata al 25%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' caduta la giunta di centrodestra di Cologno Monzese

MilanoToday è in caricamento