Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Centro aiuto minori, la Città metropolitana: «I posti di lavoro sono garantiti»

La replica dopo la protesta in consiglio di zona 2 da parte delle operatrici

Rosaria Iardino (Pd)

Nessun pericolo per le lavoratrici del Cam (Centro aiuto minori). Lo fa sapere la città metropolitana dopo la protesta messa in atto durante una seduta del consiglio di zona 2. Un accordo tra regione, comune e la stessa città metropolitana ha infatti scongiurato la chiusura della struttura, prevista inizialmente per il 31 dicembre 2015 dopo che la funzione di assistenza ai minori allontanati dalle famiglie non rientrava più (come prima, per la provincia) tra le competenze di palazzo Isimbardi.

Comune di Milano e regione Lombardia hanno erogato un sostegno di 250 mila euro ciascuno, una tantum, grazie al quale il Cam può continuare a sopravvivere nel 2016 per i costi di gestione. I bambini attualmente al Cam (diciassette) continueranno dunque a restare nella struttura finché non sarà arrivato il momento del reinserimento, che non avverrà tramite trasferimento ad altre strutture bensì con affidamento a famiglie disponibili.

«Nessuno perderà il posto di lavoro e i bambini non risentiranno dei cambiamenti che le norme ci impongono», commenta Rosaria Iardino, consigliera metropolitana (Pd) delegata alle pari opportunità: «In questo momento di crisi globale i tre enti si sono attivati in maniera rapida ed efficiente per salvaguardare un'eccellenza del nostro territorio. Di più non potevamo fare».

«La regione ha deciso di contribuire concretamente al funzionamento del Cam fino all'affido di tutti i bambini ad oggi presenti. Con la Città metropolitana e il comune abbiamo condiviso un impegno. Le modalità future di gestione del servizio attengono alle scelte del comune e di Città metropolitana», ha confermato Giulio Gallera, assessore regionale all'inclusione sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro aiuto minori, la Città metropolitana: «I posti di lavoro sono garantiti»

MilanoToday è in caricamento