Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Blitz di CasaPound davanti a Palazzo Marino: 21 denunciati dalla Digos

La manifestazione (non autorizzata) si è tenuta mercoledì 12 luglio

Un'immagine del blitz (Foto Fb CasaPound Italia Milano)

Il blitz di CasaPound di fronte a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, nel pomeriggio di mercoledì 12 luglio non è rimasto senza conseguenze: la polizia infatti ha denunciato, il giorno successivo, ventuno persone per "manifestazione non preavvisata".

L'iniziativa del movimento di estrema destra è avvenuta in piazza della Scala senza comunicazioni preventive, con gli sglogan "dimissioni" rivolte al sindaco di Milano Giuseppe Sala, un megafono e l'esposizione dello striscione "Sala dimettiti".

Tra i partecipanti sono state riconosciute dalla Digos, e segnalate all'autorità giudiziaria, ventuno persone in base all'articolo 18 del Tulps (Testo unico di pubblica sicurezza) secondo cui ogni "riunione straordinaria di persone" in luogo pubblico o aperto al pubblico va comunicata al questore tre giorni prima dello svolgimento.

Alcune delle persone denunciate erano presenti agli scontri del 29 giugno all'interno della portineria di Palazzo Marino, proseguiti poi in piazza Scala.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz di CasaPound davanti a Palazzo Marino: 21 denunciati dalla Digos

MilanoToday è in caricamento