Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Case Aler, De Corato: "Nuovo metodo funziona, i primi esclusi sono gli immigrati"

E’ quanto ha annunciato il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia, De Corato

Aler

“Il nuovo metodo di assegnazione delle case popolari voluto dalla Regione funziona. I primi a essere esclusi sono infatti gli immigrati: era nelle nostre intenzioni, per noi vengono sempre prima gli italiani”.

E’ quanto ha annunciato il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia, Riccardo De Corato, spiegando che “la legge regionale del 2016 ha stabilito un nuovo sistema di assegnazione ed è partita la fase di sperimentazione in alcuni comuni lombardi”.

“Alcuni sindacati hanno protestato, lamentando l’esclusione di molti immigrati, dato che la Regione aveva stabilito tra i requisiti la residenza da almeno 10 anni” ha continuato De Corato, sottolineando che “Fratelli d’Italia è stata ferma sostenitrice di questa regola”.

“Basta guardare i numeri, negli ultimi 4 anni tutte le Aler avevano visto aumentare il numero di assegnazioni a cittadini extracomunitari: Aler Milano 46%, Bergamo 45%, Brescia-Cremona-Mantova 49%, Varese 37%” ha continuato l’esponente di FdI, evidenziando che “le case costruite con i fondi Gescal dagli italiani andavano per metà agli stranieri, per buona pace dei lombardi in lista d’attesa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case Aler, De Corato: "Nuovo metodo funziona, i primi esclusi sono gli immigrati"

MilanoToday è in caricamento