Politica

Case popolari: Messina (Idv), grave inazione comune e regione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

"A febbraio noi di Italia dei Valori presentammo un esposto sollecitando l'autorità giudiziaria ad indagare sull'annoso problema degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) di Milano il cui inefficace processo di assegnazione produce e alimenta il fenomeno, sempre più dilagante, dell'occupazione abusiva. A quasi 8 mesi di distanza non ci risultano interventi concreti di Comune e Regione orientati alla soluzione di questo grave problema, che comporta gravi ricadute sociali ed economiche. Un'inazione che sa di scandalo".
Lo afferma in una nota il segretario nazionale dell'Italia dei Valori, Ignazio Messina.
"Secondo quanto denunciato dal sindacato Sicet-Cisl - ha osservato il leader Idv - a Milano sono 540 le famiglie per le quali è già stata approvata l'assegnazione di una casa popolare ma non è ancora stato offerto loro alcun alloggio. Eppure in città ci sono circa 200 alloggi comunali, ristrutturati e immediatamente disponibili, che però rimangono tristemente vuoti da mesi causa lentezze burocratiche dell'assessorato alla Casa. Siamo in presenza di un processo amministrativo inefficiente, che peraltro potrebbe prefigurare un intervento della Corte dei conti, che è concausa di ingiustizie sociali e disordini in particolare tra occupanti abusivi e forze dell'ordine che cercano di sgombrare le case dagli inquilini sine titulo. Nel mezzo - ha concluso Messina - si collocano migliaia di famiglie avvilite che attendono l'assegnazione di una casa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari: Messina (Idv), grave inazione comune e regione

MilanoToday è in caricamento